Imola, all'autodromo tornano gli ex campioni di motocross per rievocare mondiali

Imola, all'autodromo tornano gli ex campioni di motocross per rievocare mondiali

Imola, all'autodromo tornano gli ex campioni di motocross per rievocare mondiali

IMOLA - L'Autodromo "Enzo e Dino Ferrari" neanche esisteva, quando nel 1948, a Imola, si corse la prima competizione internazionale di motocross. "Una volta si guadava il rivo, si passava anche per la sorgente dell'acqua sulfurea. Era un cross country che alcuni piloti definivano massacrante. E secondo la stampa dell'epoca, a seguire questo evento c'erano da 10.000 a 30.000 spettatori". Lo racconta Luciano Costa, referente per il Crame (Club romagnolo auto e moto d'epoca) e per il gruppo ex motocrossisti imolesi del progetto "Imola mondiale", un evento di rievocazione dei campionati europei e mondiali di motocross, che si terra' nel parco delle Acque minerali il 22 e 23 maggio.

 

A 62 anni di distanza dalla prima competizione (i mondiali si sono svolti fino al 1965), a Imola torneranno alcuni ex campioni come gli svedesi Sten Lundin e Bill Nilsson, lo svizzero Albert Courajod, i tedeschi Otto Walz e Fritz Betzelbacker, gli italiani Emilio Ostorero (16 volte campione italiano) e Lanfranco Angelini. La nuova gestione del bar-discoteca del parco ospitera' una mostra con oltre 40 moto da cross d'epoca: "Un campionario molto rappresentativo del parco macchine che fu presente alle competizioni di Imola", spiega Costa. Accanto alle moto sara' allestita una mostra fotografica di oltre 300 immagini selezionate dagli archivi dei fotoreporter che in quelle

occasioni "avevano un contatto quasi fisico con i piloti", ricorda.

 

"Sabato mattina accoglieremo gli ex campioni e i collezionisti nel parco. Di sera, alle 21.30 ci sara' il concerto del gruppo imolese 'Stop and go'- fa sapere Costa- il giorno dopo ci sara' un corteo con le moto pilotate dagli ex campioni e dai collezionisti (tutti con abbigliamento d'epoca) che sfilera' lungo via Mazzini, viale Dante, e un tratto del lungofiume, che una volta faceva parte del tracciato".  Si tratta di un'iniziativa "che nasce dalla passione di alcuni imolesi- spiega l'assessore allo Sport, Luciano Mazzini- e che riafferma il legame che c'e' tra la nostra citta' e i motori Protagonisti di questo evento saranno il parco delle Acque minerali e il monte Castellaccio". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -