Imola, autodromo: obiettivo 200mila visitatori nel 2010

Imola, autodromo: obiettivo 200mila visitatori nel 2010

Imola, autodromo: obiettivo 200mila visitatori nel 2010

Ha 36 anni, e' palermitano: Walter Sciacca, da 10 giorni direttore di Formula Imola, gli autodromi italiani li conosce tutti, "ma proprio tutti", precisa presentandosi alla stampa. Il tracciato romagnolo, prima che da manager l'ha visto con gli occhi da pilota, quando alla fine degli anni '80 correva sulle due ruote: la sua prima passione. E ora, anche se il casco ha lasciato il posto alla cravatta, di traguardi vuole continuare a segnarne, ma senza rischiare di uscire fuori pista. "Nel 2010 ci aspettiamo di attirare circa 200.000 persone".

 

Un numero di visitatori con cui "contiamo di portare un indotto esterno di circa 20 milioni di euro. Crediamo che sarebbe un grande risultato, di sicuro e' un nostro obiettivo". Una prima differenza rispetto alla gestione precedente, anche se e' a Imola da soli 10 giorni, l'ha gia' fatta: "Abbiamo raddoppiato gli accordi per i test, che non producono rumore, e aumentano il fatturato", spiega.

 

Il calendario 2010, poi, e' quasi pronto. Oltre al mondiale Superbike, confermato, l'Autodromo di Imola ospitera' il campionato italiano di velocita' moto, il Ducati challenge (si tratta di un evento di quattro giorni), una rievocazione storica della Duecento miglia, "con moto storiche e piloti di un tempo", come anticipa Sciacca: "Ci fa piacere portare alla luce eventi del passato".

 

Sulle quattro ruote ci saranno, tra le altre cose, il Gt open a meta' maggio e l'Auto Gp. Le giornate di rumore in deroga sono 37: poche. Per questo la nuova gestione puntera' molto su eventi "silenziosi". In particolare su "giornate commerciali, cioe' prove prodotto. C'e' gia' un opzione di test per Formula Uno". L'autodomo Enzo e Dino Ferrari, ricorda il nuovo direttore, "e' una pista molto tecnica e molto bella, e nell'immaginario collettivo e' molto conosciuta. Questa cosa va sfruttata, a partire dal brand". E infatti gia' nel 2010 potrebbero comparire i primi gadget col logo dell'impianto imolese.

 

Insomma, Sciacca sta preparando un rilancio d'immagine completo. "Mi piacerebbe vedere il cancello dell'Autodromo sempre aperto- dice- chiunque dovrebbe poter entrare senza permesso". Lo stesso ingresso, il neodirettore ha in mente di spostarlo nell'ottica di vivacizzare tutto il complesso. "Vorremmo portare qui dentro delle attivita' commerciali per fa si' che si crei un ritrovo. E' impensabile che non ci sia un servizio di ristorazione e un bar".

 

Intanto, fa sapere "stiamo lavorando per la creazione di un museo che dovrebbe ospitare allestimenti tematici, mentre realizzeremo una nuova sala stampa con vista sulla pista". Al piano terra della torretta "ex Marlboro" (lo sponsor con ogni probabilita' non sara' piu' lo stesso), invece, verra' realizzato un centro servizi. Un ultimo messaggio, poi, Sciacca lo manda a tutti i fornitori, soprattutto locali, che sono in attesa di essere pagati: "State tranquilli, ognuno avra' il credito che gli spetta".

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -