Imola, aveva investito agente della Polizia. Identificato il presunto responsabile

Imola, aveva investito agente della Polizia. Identificato il presunto responsabile

Imola, aveva investito agente della Polizia. Identificato il presunto responsabile

IMOLA - Aveva investito il 21 settembre scorso a Imola un agente della Municipale: il probabile autore è stato identificato dai Carabinieri. Si tratta di un albanese di 22, X.I. le sue iniziali, già noto alle forze dell'ordine. Fondamentale per l'identificazione è stato il lavoro svolto dagli uomini del Ris di Parma. L'episodio si è consumato in via Manfredi angolo via Carducci di Imola, in concomitanza con l'uscita degli alunni dai vicini istituti scolastici

 

Una autovettura Renault Laguna di colore grigio, con a bordo un giovane di circa 20-25 anni e carnagione chiara, non si era fermata all'alt imposto da uno dei due agenti impegnati in un servizio di controllo stradale, investendo la collega che, allertatasi dalle urla, si era spostata verso il centro della carreggiata per dissuadere l'automobilista dalla fuga.

 

Nella circostanza, il giovane, invece di rallentare, aveva volutamente accelerato in direzione della vigilessa che, nonostante il tentativo di evitare l'impatto, era stata colpita riportando lesioni agli arti inferiori, giudicate guaribili in 10 giorni. Qualche ora dopo l'evento, i Carabinieri avevano rinvenuto e sequestravano il veicolo - risultato rubato a Ravenna -, per esser poi sottoposto ai rilievi tecnici. Nell'occasione sono stati repertati vari oggetti e numerose impronte digitali.

 

Proprio dalle impronte gli investigatori sono risusciti a dare una svolta alle indagini. Il RIS di Parma, infatti, è riuscito ad attribuire due identità, quella del proprietario dell'auto e quella di un giovane albanese di 22 anni, già noto alle forze dell'ordine. Considerato che le tracce rinvenute erano attribuibili esclusivamente ai due uomini, che il giovane ha precedenti di polizia specifici e che la descrizione originaria corrisponde a quella del ragazzo identificato, lo stesso è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Bologna per ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -