Imola: blitz in due aziende cinesi, trovate opere abusive

Imola: blitz in due aziende cinesi, trovate opere abusive

Imola: blitz in due aziende cinesi, trovate opere abusive

IMOLA - Blitz alle prime luci dell'alba di martedì dei Carabinieri di Imola e del Nucleo Ispettorato del lavoro in due aziende cinesi che si occupano della produzione di capi d'abbigliamento a Toscanella di Dozza. Nella prima sono state trovate sette persone, tutte cinesi, una delle quali senza permesso di soggiorno. Per effetto della presenza di alcuni operai irregolari, i militari hanno sospeso l'attività ed elevate sanzioni amministrative per un totale di 9mila euro.

 

Nella seconda non sono emerse irregolarità dato che le nove persone presenti non erano impegnate in attività lavorative. Di queste solo sei sono risultate in regola con il permesso di soggiorno. Uno di questi è stato raggiunto da decreto di espulsione, per questo motivo è stato arrestato.

 

Entrambi i titolari delle aziende dovranno rispondere dell'accusa di aver realizzato opere edilizie abusive come accertato dalla Polizia Municipale di Dozza perché sono state trovate strutture adibite ad alloggio realizzate senza alcuna autorizzazione. Gli ispettore dell'Ausl di Imola. Invece, hanno elevato violazioni, penali ed amministrative, in materia di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -