Imola, cadavere 'zavorrato' nel Santerno. Aperta inchiesta per omicidio

Imola, cadavere 'zavorrato' nel Santerno. Aperta inchiesta per omicidio

Imola, cadavere 'zavorrato' nel Santerno. Aperta inchiesta per omicidio

IMOLA - Il pm di Bologna, Luca Tampieri, ha aperto un'inchiesta contro ignoti per omicidio, in merito al ritrovamento del cadavere di un uomo, mercoledì pomeriggio sul greto del fiume Santerno a poca distanza da Borgo Tossignano, nell'imolese. L'uomo, trovato con i piedi legati con del fil di ferro a sua volta allacciato a dei coperchi da tombini, potrebbe esser un imolese. La scomparsa era stata denunciata a fine luglio dai familiari mentre erano in vacanza a Brunico (Bolzano).

 

Gli elementi raccolti, di carnagione bianca e sulla sessantina, coinciderebbero in buona parte con le caratteristiche del corpo dell'uomo. L'autopsia dovrà verificare se sulla salma ci siano segni di violenza. Gli inquirenti non escludono nessuna pista, ma quella dell'omicida sembra prevalere: sembra difficile pensare che la vittima sia riuscita a legarsi da solo due pesanti tombini di ghisa.

 

L'esame chiarire se l'uomo era già morto prima di esser gettato in acqua, oppure se il decesso sia avvenuto per annegamento. Quello che sembra certo è che il cadavere si trovava in acqua da almeno una settimana.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -