Imola: decine di imprese nel mirino delle Fiamme Gialle, sottratti al fisco 8 milioni di euro

Imola: decine di imprese nel mirino delle Fiamme Gialle, sottratti al fisco 8 milioni di euro

Imola: decine di imprese nel mirino delle Fiamme Gialle, sottratti al fisco 8 milioni di euro

IMOLA - Gli agenti della Guardia di Finanza di Imola hanno scoperto numerose società, dislocate su tutto il territorio nazionale, responsabili di aver sottratto al fisco circa 8 milioni di euro. Il consorzio di imprese, con a capo due pluripregiudicati di Faenza e Castel san Pietro Terme, operava dal 2000 nel settore della promozione e nello sviluppo dell'economia italiana all'estero. Le indagini fiscali, coordinate dalla Procura di Bologna, sono iniziate alla fine del 2007.

 

Queste hanno consentito di appurare che né il consorzio di imprese, né quantomeno le aziende ad esso associate, avevano mai presentato alcuna dichiarazione fiscale. I ‘baschi verdi' hanno potuto appurare come ai due pluripregiudicati erano riconducibili cariche sociali e partecipazioni in numerose società con sede in Italia, Lussemburgo e Romania.

 

I militari sono stati impegnati in numerose perquisizioni nelle sedi delle società coinvolte dislocate a Imola, Castel san Pietro Terme, Faenza, Trieste, Roma, Castel san Giorgio, Nocera Inferiore, Benevento ed Ortona. Durante i controlli a Castel San Pietro, le Fiamme Gialle hanno scoperto un deposito di rifiuti tossici, pericolosi per l'ambiente.

 

Per questo motivo l'area adibita a discarica è stata sequestrata, mentre cinque persone (compreso uno dei due pluripregiudicati) sono state denunciate. Nella circostanza sono state sequestrate anche le auto dei due pregiudicati e denunciati per contraffazione. Infatti nelle vetture erano stati esposti dei tagliandi assicurativi contraffatti da loro creati al pc.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dieci società sono risultate "evasori totali": le verifiche delle Fiamme Gialle hanno consentito di appurare una sottrazione al fisco di oltre 8 milioni di euro ed un'imposta sul valore aggiunto dovuta all'erario pari a circa 1,5 milioni di euro. Al termine degli accertamenti sono stati iscritti nel registro degli indagati anche il nome di due impresari residenti a Trieste, e sui quali sono in corso ulteriori controlli di carattere penale. Sono in corso indagini sulla posizione fiscale di altre dodici società.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -