IMOLA - Demoliti i box, il ''Dino ed Enzo Ferrari'' guarda al futuro

IMOLA - Demoliti i box, il ''Dino ed Enzo Ferrari'' guarda al futuro

IMOLA – Ore 16.14: 700 candelotti, per un totale di 36 chilogrammi di esplosivo, cancellano un pezzo di storia dell’autodromo internazionale ‘’Enzo e Dino Ferrari’’ di Imola. Con la demolizione dei box, ridotti ora ad un ammasso polveroso di macerie i 21.000 metri, Imola volta pagina e comincia a guardare seriamente al futuro per riprendersi il Gran Premio di Formula Uno che Bernie Ecclestone, padron della F1, ha cancellato nel calendario 2007.


L’AUTODROMO DEL FUTURO


I nuovi box avranno una lunghezza di circa 400 metri, con 30 nuovi garage e sopra una struttura per l'ospitalità. Vi sarà anche una nuova area destinata a media center, con una sala stampa attrezzatissima, in grado di ospitare comodamente 500 giornalisti. Verrà ampliata l’area del paddock che verrà portata ad una larghezza di circa 50 metri anche nell'area attualmente posta dietro la tribuna esterna alla variante bassa, la quale verrà cancellata e sostituita con un lungo rettilineo. L'intervento comporterà una serie di lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza del tracciato per il valore complessivo di 8 milioni di euro pari all'80% dei fondi messi a disposizione dal Ministero delle Infrastrutture. Il progetto è stato realizzato dall’ingegnerie di fiducia di Ecclestone Hermann Tilke.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giovanni Petrillo


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -