Imola: donna 30enne simula rapina per attrarre l'attenzione dei parenti

Imola: donna 30enne simula rapina per attrarre l'attenzione dei parenti

 

IMOLA - Curioso fatto di cronaca a Imola, dove una donna di 30anni, nel tentativo di richiamare l'attenzione dei propri familiari, si era inventata una rapina di cui non era mai stata

vittima. I carabinieri hanno scoperto il ‘trucco' e denunciata la ragazza per simulazione di reato. Il fatto risale al febbraio scorso, la 30enne è stata querelata solo in questi giorni, dopo che i carabinieri sono riusciti a scoprire che si è trattato solo di un modo per attrarre i parenti.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donna aveva raccontato che, rientrata a casa, aveva trovato due uomini incappucciati che stavano rovistandole l'appartamento, nel centro storico di Imola. Al suo arrivo, sempre secondo il racconto della finta vittima, i due l'avevano legata a una sedia con una sciarpa e poi erano fuggiti senza rubare nulla. In realta', hanno scoperto i Carabinieri di Imola, non c'era mai stata nessuna rapina.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -