Imola, due studenti, medaglie di bronzo all'Alberghetti

Imola, due studenti, medaglie di bronzo all'Alberghetti

BOLOGNA - Il Presidente dell'Assemblea legislativa, Matteo Richetti, assieme ai consiglieri componenti l'Ufficio di presidenza, Enrico Aimi, Luca Bartolini, Roberto Corradi e Mario Mazzotti, ha ricevuto oggi, nella sede assembleare, i quattro studenti emiliano-romagnoli che nel 2010 si sono aggiudicati una medaglia alle Olimpiadi scientifiche, competizioni internazionali che si tengono ogni anno, alle quali partecipano i migliori ragazzi di ogni nazione competendo nella disciplina prescelta, dopo aver superato le selezioni a livello regionale e poi nazionale.

 

Si tratta dei quindicenni Riccardo Buscaroli, del liceo scientifico tecnologico "Francesco Alberghetti" di Imola, e di Michele Fava, del liceo statale "Giulia Molino Colombini" di Piacenza, entrambi vincitori di una medaglia di bronzo alle Olimpiadi Scienza della Terra (disputata a Yogyakarta-Indonesia); del diciottenne Luca Biavati, del liceo scientifico tecnologico "Francesco Alberghetti" di Imola, medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Biologia (disputate a Changwon- Corea); del diciannovenne Stefano Rulli, ex studente del liceo scientifico statale "Enrico Fermi" di Bologna e attualmente universitario alla Normale di Pisa, vincitore per la seconda volta consecutiva della medaglia d'argento alle Olimpiadi della Fisica (disputate a Merida, Città del Messico nel 2009 e a Zagabria - Croazia nel 2010).

 

"Come Ufficio di Presidenza dell'Assemblea Legislativa, - ha detto Richetti accogliendo gli studenti e i loro insegnanti - abbiamo ritenuto doveroso celebrare i protagonisti di traguardi importanti, non solo nello sport o nell'economia, ma individuandoli anche tra i ragazzi che come voi si distinguono nel loro mestiere di studenti. Oggi il nostro vuole quindi essere un riconoscimento a chi eccelle nello studio, ma anche a chi prepara gli studenti a questi traguardi, un compito - ha sottolineato il Presidente - sempre più arduo. "A volte tra i giovani si può pensare che nella società sia scomparso l'elemento di merito e il riconoscimento di ciò che si è, - ha concluso Richetti incoraggiando i giovani campioni a continuare nel loro impegno - bisogna però perseverare perché è questa la strada giusta per costruire il proprio cammino".

 

A nome degli studenti e degli insegnanti, la preside del liceo Alberghetti di Imola, Lucia Leggeri, ha ringraziato per il riconoscimento. "Noi - ha detto - eccellenza a parte, siamo fieri dei tanti ragazzi che nelle nostre scuole affrontano lo studio in modo positivo. La motivazione allo studio è un elemento importante per le giovani generazioni e compito della scuola è trovare gli stimoli giusti per coinvolgere gli studenti. Grazie quindi all'istituzione regionale perché da luce e spazio ai ragazzi che emergono per un'attività che dovrebbero fare tutti che è quella di formarsi".

 

Al termine dell'incontro i quattro studenti "olimpici" hanno ricevuto in premio un computer ciascuno, mentre alle rispettive scuole è stata consegnata una targa ricordo. Nei prossimi giorni, a Roma, i quattro ragazzi emiliano-romagnoli riceveranno anche il riconoscimento dell'Accademia del Lincei.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -