Imola, emergenza libica. Zucchini (Udc): "Profughi sì, clandestini no"

Imola, emergenza libica. Zucchini (Udc): "Profughi sì, clandestini no"

IMOLA - In arrivo i primi extracomunitari nel nostro territorio imolese (si parla di una decina o poco più, per il momento). Mi auguro che siano rispettati i criteri previsti (ed enunciati oggi in aula dal Sindaco Manca) di distribuzione sul territorio: non devono essere tollerati favoritismi e dobbiamo dire no alle differenze tra i diversi comuni del Circondario imolese. La distribuzione di queste persone deve quindi essere equa.

Dico SI' all'accoglienza dei profughi che fuggono dalle guerre, quella in Libia più recente e quelle purtroppo storicamente radicate nel continente africano.
Dico NO all'accoglienza degli immigrati clandestini che, al pari di tutti gli altri, devono essere rimpatriati nei Paesi d'origine.

Chiedo quindi che venga chiarita la provenienza dei cittadini extracomunitari che, nel tempo, saranno accolti sul nostro territorio.
Ringrazio le strutture e gli enti imolesi che si sono messi a disposizione e che si metteranno a disposizione, come Caritas e altre, per l'accoglienza dei profughi.
Che il Comune, attraverso il suo personale (Polizia Municipale in primis), vigili su queste strutture di accoglienza affinchè non diventino luoghi in mano al degrado, alla criminalità e in stato di abbandono.

Inoltre mi auguro che le promesse sentite dalla maggioranza in aula, che condivido, ovvero che queste persone che noi ospiteremo svolgeranno lavori di pubblica utilità in favore dei cittadini imolesi, vengano rispettate.


Andrea Zucchini
Vicepresidente del Consiglio Comunale Città di Imola
Capogruppo UDC

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -