Imola, fallimento all'autodromo. Salvo il calendario degli eventi 2010

Imola, fallimento all'autodromo. Salvo il calendario degli eventi 2010

Imola, fallimento all'autodromo. Salvo il calendario degli eventi 2010

IMOLA - Sara' portato all'esame del Consiglio comunale di Imola di mercoledì l'atto che formalizza la decisione della giunta Manca di non ricorrere all'articolo 15 della convenzione che implica la decadenza della societa' che gestisce l'autodromo "Enzo e Dino Ferrari", in caso di fallimento. Come ha spiegato l'assessore all'Autodromo, Monica Campagnoli, in Commissione autodromo, "la volonta' di non fare ricorso all'articolo 15 era gia' stata anticipata".

 

"Lo aveva detto piu' volte dal sindaco, anche in occasione dello scorso Consiglio, e da me in commissione Autodromo. Il motivo principale e' che al momento abbiamo un esercizio provvisorio nella gestione della struttura che garantisce il calendario degli eventi per l'anno 2010. Un calendario importante per cercare di tutelare anche in questa situazione sia l'immagine dell'Autodromo, sia il  tessuto economico del territorio gia' duramente colpito da una crisi economica lunga e pesante".

 

Ricorrere all'articolo 15, per la Giunta, significherebbe mettere in moto il meccanismo per una nuova gara per l'affidamento della gestione che sarebbe incompatibile con l'attuazione del calendario in essere per l'anno 2010. "Per questo motivo l'atto discusso oggi in Commissione e che sara' portato nel prossimo Consiglio e' un atto sulla base del quale per ora il Comune decide di non avvalersi di una facolta' che rimane comunque una possibilita' alla quale potrebbe decidere di ricorrere in futuro- aggiunge Campagnoli- non avvalersi oggi della decadenza non implica che non potremo farlo piu' avanti".

 

Per ora, conclude, "non ci sembra che una soluzione che porta con se' la chiusura della struttura e la mancata realizzazione di tanti eventi, non ultimo l'apertura dell'Autodromo alla citta', sia la soluzione da percorrere".

 

"Ancora una volta dovremmo essere creditori, ma saremo debitori". Reagisce cosi' Riccardo Mondini, consigliere dell'Unione di centrodestra, alla decisione ufficializzata lunedì mattina: la giunta non fara' decadere la convenzione che affida a Formula Imola la gestione dell'autodromo  'Enzo e Dino Ferrari'. Secondo Mondini, "oltre a parare dirigenti comunali, direttore generale e segretaria, che avevano l'obbligo di applicare la Convenzione e che quindi dovevano liberarsi di  questa responsabilita', con la delibera comunale, prevista per mercoledi', si rende di fatto impossibile recuperare i 1,9 milioni della cauzione di Unipol".

 

Per Mondini, al contrario, "la ragione politica legata alla contingenza delle elezioni con lo scopo di veicolare l'idea che l'Autodromo comunque funziona, ci porta ad aumentare il coinvolgimento del Comune di Imola nel problema debitorio di Formula Imola attraverso una presa in carico, se non altro come dissuasione nei confronti dei debitori a non chiedere il loro dovuto".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -