Imola, “giardini illegali'': i Carabinieri trovano un’altra piantagione di marijuana

Imola, “giardini illegali'': i Carabinieri trovano un’altra piantagione di marijuana

Imola, “giardini illegali'': i Carabinieri trovano un’altra piantagione di marijuana

IMOLA - Continua l'attività di prevenzione e contrasto allo spaccio ed alla coltivazione di stupefacenti da parte dei Carabinieri della Compagnia di Imola. Dopo l'arresto di due giovani, avvenuto il 20 luglio scorso, i quali - oltre ad essere stati trovati con un etto di oppio - avevano realizzato una serra per la coltivazione di marijuana nella cantina dell'abitazione di via Emilia Levante, i militari hanno eseguito altre due distinte operazioni.

 

Una nel corso della serata del 29 luglio, quando è stata perquisita l'abitazione di un 43enne imolese, G.V., gestore di un locale, nel corso della quale sono stati trovati 42 grammi di hashish, 16 grammi di marijuana, 4 grammi di mitragina speciosa (kratom), una pianta di cannabis indica in vaso - dell'altezza di circa un metro - ed una bilancia di precisione.

 

La seconda è scattata il 3 agosto, in seguito all'individuazione di una piccola piantagione di Cannabis Indica, all'interno di un orto ubicato lungo il Rio Mescola a Borgo Tossignano. Dopo alcuni giorni di appiattamento i militari della Stazione di Fontanelice e del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno individuato il proprietario, V.V. 49enne, incensurato del posto, e sradicato 13 piante di marijuana dell'altezza di circa 2 metri. In entrambi i casi i due uomini sono stati arrestati ma immediatamente liberati su disposizione dell'Autorità Giudiziaria poiché incensurati.

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -