Imola, grave dopo caduta. Gabriele non ce l'ha fatta

Imola, grave dopo caduta. Gabriele non ce l'ha fatta

Imola, grave dopo caduta. Gabriele non ce l'ha fatta

IMOLA - Era rimasto gravemente ferito in un drammatico caduta mentre stava giocando con alcuni amici. Gabriele Russo, 13 anni, non ce l'ha fatta. Il suo cuoricino si è spento nel centro specializzato di Montecatone, dove era arrivato da Catania. Il fatto era avvenuto l'8 ottobre dello scorso anno in Piazza Vicerè, nel quartiere Barriera di Catania. Gabriele stava giocando con gli amici su un materasso gonfiabile, quando improvvisamente è caduto battendo la testa.

 

Rimasto paralizzato, il 29 ottobre è stato trasportato al centro riabilitativo di Imola con un volo speciale da Catania a Forlì. Nella caduta i medici dell'ospedale etneo avevano riscontrato lo spostamento di due vertebre, una lesione polmonare e lo schiacciamento del midollo. In coma farmacologico per dieci giorni, ha poi ricevuto la cresima. Quello Imola era il viaggio della speranza per rimettersi in piedi, giocare a pallone e iscriversi all'istituto alberghiero.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un viaggio che si è concretizzato anche grazie ad una gara di solidarietà. Sabato improvvisamente il 13enne ha accusato un blocco renale e poi un arresto cardiaco. Domenica il sorriso di Gabriele si è spento per sempre. Per il ragazzino era nato anche il gruppo su Facebook "Gabriele Russo io sono con te", dove sono stati postati i primi messaggi d'affetto verso i familiari.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -