Imola: il circondario si salva dalla tagliola del decreto Calderoli

Imola: il circondario si salva dalla tagliola del decreto Calderoli

Imola: il circondario si salva dalla tagliola del decreto Calderoli

IMOLA - Il decreto Calderoli sugli enti locali che ora e' legge, col suo provvedimento sullo "scioglimento dei circondari provinciali" aveva fatto sudare freddo gli amministratori del nuovo Circondario imolese. All'interno dello stesso ente infatti, qualcuno, come l'assessore al Bilancio, Giampiero Garuti, era gia' pronto a rassegnarsi alla sua scomparsa. Ma oggi, a difendere  l'ente a cui fanno capo i dieci Comuni dell'imolese, interviene direttamente la Regione  Emilia-Romagna.

 

"La norma soppressiva riguarda quei Circondari previsti nel testo unico degli enti locali. Quello di Imola non c'entra nulla". A spiegarlo e' il capo di Gabinetto della Giunta regionale, Bruno Solaroli: "Il nuovo Circondario imolese e' stato istituito con legge regionale ed e' previsto nello Statuto

dell'Emilia-Romagna. Per abbatterlo bisognerebbe cambiare la legge regionale, ma questo va contro l'autonomia della Regione".

 

Dunque, ribadisce Solaroli, "il Circondario di Imola e' al sicuro", e precisa che il parere viene dall'ufficio legale di viale Aldo Moro. Inoltre, ricorda, "quando l'Emilia-Romagna istitui' questo Ente, il Governo, che anche alllora era di centrodestra, approvo' la Legge". Su questa interpretazione e' d'accordo anche il presidente del Circondario, Franco Lorenzi,  che per primo aveva assicurato che il decreto Calderoli "non riguarda il Circondario di Imola". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -