Imola, inaugurati Il Day Hospital e gli ambulatori Oncologici

Imola, inaugurati Il Day Hospital e gli ambulatori Oncologici

Imola, inaugurati Il Day Hospital e gli ambulatori Oncologici

IMOLA - Sono stati inaugurati giovedì i nuovi locali che ospitano, dal 30 maggio scorso il Day Hospital e gli Ambulatori Oncologici dell'Ausl di Imola, precedentemente situati all'Ospedale Vecchio. Molte le autorità presenti all'inaugurazione, che si è aperta con il tradizionale taglio del nastro da parte del Sindaco di Imola, del Direttore generale dell'Ausl Maria Lazzarato e del Direttore dell'Unità Operativa di Oncologia, Dr Antonio Maestri, alla guida di questo servizio dalla fine del 2010.

 

Come ha spiegato il Direttore Sanitario, Gianbattista Spagnoli, questo trasferimento è uno dei tasselli del progetto che, nell'arco dei prossimi anni, prevede una riunificazione di tutti i servizi ospedalieri al Santa Maria Scaletta. Riunificazione che costituisce un punto cardine del Piano Strategico ed attuativo 2010-2013 dell'Ausl di Imola, che in questo modo punta ad integrare anche fisicamente, e a rendere sinergici, professionalità, competenze e tecnologie. Tutto ciò con l'obiettivo di una presa in carico di ogni singolo paziente che permetta un percorso di diagnosi e terapia personalizzato con garanzia di continuità.

 

L'Unità Operativa di Oncologia ed Hospice, è infatti al centro di una serie di percorsi diagnostico terapeutici costruiti attraverso una reale integrazione interna con le altre unità operative coinvolte nella diagnosi e nella terapia (medicine specialistiche, radiologia, anatomia patologica, chirurgie), ma anche grazie a relazioni esterne con le strutture pubbliche e private che forniscono prestazioni non erogabili in azienda, ad esempio la radioterapia. E proprio i colleghi con cui sono stati costruiti questi percorsi sono stati ringraziati dal primario Maestri, che ha voluto sottolineare la fiducia e la collaborazione che ha trovato all'interno dell'Azienda, da parte della Direzione, dei primari e di tutti i collaboratori.

 

Un ringraziamento speciale è poi andato ai pazienti, molti dei quali presenti all'evento, che Maestri ha definito "il motore della motivazione che ci spinge ogni giorno a combattere" e agli infermieri. Maestri ha infine parlato del futuro dell'Oncologia imolese, anche rispetto alla ricerca clinica, che porterà ad Imola terapie innovative e una proficua "contaminazione" professionale per tutti gli operatori". Il Presidente del Circondario Daniele Manca ha quindi chiuso sottolineando l'impegno dell'Azienda e delle Amministrazioni del territorio per la qualificazione costante dei servizi sanitari pubblici, e valorizzando la centralità del paziente e l'umanizzazione tipica della sanità imolese. Un accenno è inoltre andato al Piano strategico aziendale, definito "un grande progetto, faticoso ma fondamentale per dare una identità definitiva alla nostra Azienda, rafforzandone l'autonomia".

 

La nuova soluzione logistica, situata al II piano del Santa Maria della Scaletta, negli spazi un tempo riservati alla Rianimazione, è peraltro una tappa intermedia, in quanto il piano di sviluppo dell'area ospedaliera nel medio-lungo periodo prevede comunque la definizione di una nuova area, nella quale, oltre ai posti letto di Day Hospital Oncologico, possano essere individuati anche posti letto specialistici di degenza ordinaria.

 

L'intervento strutturale inaugurato oggi ha una superficie lorda complessiva di circa 520,00 mq, organizzato in un grande open space destinato al Day Hospital con 8 poltrone, un ulteriore open space destinato a sala trattamento con 4 posti letto destinato a pazienti che necessitano di cure complesse ed invasive, tre ambulatori, medicheria; accettazione, uno studio medico con 4 postazioni, due guardiole, un locale preparazione farmaci e due aree di di attesa oltre ai depositi e ai servizi igienici.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vista la particolare conformazione e distribuzione  della struttura e la tipologia di utenza sono stati particolarmente curati gli aspetti estetici e di confortevolezza quali finiture, colori, arredi, luci (calde e diffuse), impianto TV e filodiffusione. Il costo dell'intervento è stato di circa 592mila euro per struttura, arredi e tecnologie. Nel 2010 il DH Oncologico dell'Ausl di Imola ha erogato oltre 8100 prestazioni totali. I casi trattati in DH sono stati 387, le visite oncologiche 4360, le prestazioni di diagnostica strumentale 3334, le terapie 118.                   


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -