Imola: la crisi "morde" con 2,2 milioni di ore di lavoro bruciate in un anno

Imola: la crisi "morde" con 2,2 milioni di ore di lavoro bruciate in un anno

IMOLA - Anche il mese di dicembre, con il quale si chiude il 2009, conferma la difficoltà che ha contraddistinto tutto il 2009 e che si accentuerà nel 2010 per quanto riguarda il lavoro a Imola. Le ore autorizzate dall'Inps nel mese di dicembre sono state 210.705, numero che porta il totale delle ore dall'inizio dell'anno a 2 milioni 182mila 136 (2.078.006 ore nei settori industriali, 88.029 nei settori dell'edilizia, 16.101 nel settore del commercio).

 

E' il dato più alto della storia del territorio di Imola, confrontabile solo con il 1987 dove furono autorizzate complessivamente, per l'intero anno, 1 milione 54mila 449 ore. I due settori che continuano ad essere più colpiti sono quello meccanico (109.900 ore nel mese di dicembre per un totale di 1 milione 195mila 587 ore sul 2009 e ceramico 98.997 a dicembre per un totale di 632mila 644 ore sull'intero 2009).

 

"I dati - afferma Elisabetta Marchetti, segretaria generale della Cgil di Imola - confermano la difficoltà a far fronte ad una crisi che non accenna a rallentare, anzi i segnali sono tutt'altro che rassicuranti, in quanto nei prossimi mesi in molti luoghi di lavoro si esauriranno gli ammortizzatori sociali con il rischio di affrontare processi di ristrutturazione e licenziamenti. Anche per quanto riguarda l'indennità di disoccupazione ordinaria (indennità economica che si richiede quando si perde il lavoro) il 2009 si chiude con numeri pesanti: 2.632 richieste presentate contro le 1.274 presentate nel corso del 2008. Gli interventi previsti dalla Finanziaria 2010 sono inadeguati e non rispondono alla pesantezza di una situazione che si aggraverà nei prossimi mesi. Una situazione che richiederebbe interventi straordinari sia per difendere l'occupazione e il tessuto produttivo sia per sostenere i redditi di coloro che vivono da molti mesi la realtà degli ammortizzatori sociali o ne sono totalmente privi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -