Imola, palpeggiava giovani in centro: ''Sono schiavo di impulsi animaleschi''

Imola, palpeggiava giovani in centro: ''Sono schiavo di impulsi animaleschi''

Imola, palpeggiava giovani in centro: ''Sono schiavo di impulsi animaleschi''

IMOLA - E' accusato di aver palpeggiato alcune passanti e di aver mostrato i suoi "gioielli di famiglia" nel centro di Imola. L'autore, un giovane albanese di 24 anni, con un regolare permesso di soggiorno, è stato denunciato a piede libero dai Carabinieri. Sulla base dei racconti delle vittime sono partite le indagini degli uomini dell'Arma, che hanno subìto un'accelerata verso la fine di gennaio dopo il racconto di una delle ragazze palpeggiate.

 

La donna lo aveva notato in altre occasioni mentre girovagava sotto casa sua. I Carabinieri, convinti che l'individuo sarebbe tornato a molestare la donna, hanno predisposto una serie di appostamenti, che si sono estesi alle zone in cui l'individuo era stato avvistato. L'extracomunitario è stato trovato appostato sotto l'abitazione della donna. Sin dall'inizio ha ammesso le proprie responsabilità.

 

Durante l'interrogatorio, oltre a confessare molteplici episodi avvenuti prevalentemente nel centro cittadino, ha espressamente chiesto disperatamente aiuto ed in lacrime ha riferito di sentirsi "schiavo" di impulsi animaleschi che non riusciva a trattenere.

 

Le indagini, supportate anche da diversi riconoscimenti fotografici da parte delle vittime (prevalentemente ragazze appena maggiorenni ed in un paio di casi anche minori), hanno permesso di attribuire al giovane ben 12 episodi. L'uomo, accusato di violenza sessuale continuata, si è anche spontaneamente presentato presso l'Igiene Mentale dell'AUSL di Imola per chiedere un sostegno psicologico.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -