Imola: Prc e Pdci assieme per organizzare la 'Festa di Liberazione'

Imola: Prc e Pdci assieme per organizzare la 'Festa di Liberazione'

IMOLA - Archiviare un simbolo storico per non sparire del tutto. A Imola, Rifondazione comunista ha deciso di fare cosi': ha messo da parte la sua insegna, Prc, e ha deciso di fare festa sotto quella della "Lista comunista anticapitalista" nata assieme al Pdci alle ultime elezioni. Un sodalizio, afferma il segretario di Rifondazione di Imola, Gianluigi Bettini, che ora continua "anche nella pratica organizzativa e quotidiana di un evento cosi' importante per noi qui, credendo nel progetto politico della Federazione di Alternativa promossa all'assemblea di Roma del 18 luglio".

 

E non solo per questo. "Oltre al significato politico e sociale della tradizionale festa di partito, ci tengo a sottolineare- afferma Bettini che ha presentato la festa al bar Otello- che con il calo del consenso elettorale e il mancato raggiungimento dei quorum fissati da un'ingiusta legge elettorale, ci troviamo senza piu' rappresentanti politici nei maggiori livelli istituzioni e l'obiettivo di festa di autofinanziamento e' diventato primario per la nostra sopravvivenza".

 

Prc e Pdci destinavano ai territori gran parte delle risorse che i parlamentari italiani ed europei versavano (il 55% del proprio stipendio), ma oggi "i due partiti versano in situazioni economiche molto pesanti", avverte Bettini. Per cui, "dove si puo', con iniziative di autofinanziamento e tesseramento, i territori devono assumersi in toto l'autonomia gestionale ed economica". E a Imola hanno deciso di provarci con "Su la testa, si fa festa" (sottotitolo, 18^ edizione della Festa di Liberazione) al Palagenius per "gettare cuore e  ragione oltrel'ostacolo", dice Bettini.

 

La festa di Prc e Pdci di Imola parte venerdì e al primo appuntamento-dibattito si parlera' di

laicita' con la moglie di Piergiorgio, Mina Welby e il ricercatore Francesco Galofaro autore di un libro sulla vicenda Englaro ("Beppino ha purtroppo dato forfait la settimana scorsa"). Domenica incontro con la madre del giovane ferrarese Federico Aldrovandi per la cui morte sono stati condannati quattro poliziotti in primo grado.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -