IMOLA - Presunte negligenze all’ospedale psichiatrico, Manfredini (Lega) interroga la Regione.

IMOLA - Presunte negligenze all’ospedale psichiatrico, Manfredini (Lega) interroga la Regione.

BOLOGNA - “Molte famiglie di pazienti in cura presso la clinica Villa dei Fiori di Imola” – dichiara Mauro Manfredini, Consigliere Regionale della Lega Nord – “ci hanno espresso la loro profonda preoccupazione in merito a gravi carenze che riguarderebbero il Reparto di Diagnosi e Cura del Dipartimento di Salute Mentale dell’Ausl di Imola.


Sembra infatti che i pazienti vengano, di fatto, lasciati in balia di loro stessi durante molte ore della giornata e siano costretti a condividere spazi comuni con altri malati indipendentemente dalla gravità della loro patologia. E altro fatto gravissimo, se venisse confermato,” – prosegue il Consigliere leghista – “è che durante i fine settimana e i festivi, la ridotta presenza dei medici sembra sia compensata con una massiccia sedazione dei pazienti. Altre carenze” – precisa Manfredini – “riguarderebbero le terapie a lungo termine; nella cura delle malattie mentali la continuità del trattamento da parte del medesimo terapeuta è di fondamentale importanza ma, una volta terminato il ricovero presso il Reparto di Diagnosi e Cura, i pazienti non avrebbero più la possibilità di reperire i medici che li hanno avuti in cura, nemmeno privatamente. Viene inoltre lamentata la mancanza di attività sociali collettive, motorie o ricreative all’interno della stesso reparto.”


Per queste ragioni l’esponente del Carroccio ha presentato un’interrogazione con la quale chiede alla Regione se “ritenga opportuno verificare l’operato dei reparti del Dipartimento di salute mentale dell’ AUSL di Imola, al fine di assicurarsi che i pazienti ricevano le opportune cure e terapie” e “se intenda intervenire immediatamente presso l’ AUSL di Imola, affinché vengano verificate le gravi carenze sopra esposte. Nel caso in cui queste venissero confermate, quali provvedimenti intenda assumere per porre fine a tale situazione ed individuare le precise responsabilità”.

Con l’interrogazione si chiede inoltre alla Regione “se ritenga utile predisporre un piano di controlli “a sorpresa”, in particolare nelle ore notturne, presso le strutture ospedaliere psichiatriche presenti in Emilia-Romagna, affidando il compito di eseguire le ispezioni a personale non appartenente all’AUSL dove si trova la sede della struttura da controllare”.

Infine Manfredini chiede se sia vero che i reparti ospitati a Villa dei Fiori saranno, a breve, trasferiti presso l’Ospedale generale di Imola, privando così i pazienti dei benefici derivanti dal grande parco di cui la villa dispone.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -