Imola, pronto riscatto di Dindo Capello nel Gran Turismo

Imola, pronto riscatto di Dindo Capello nel Gran Turismo

Imola, pronto riscatto di Dindo Capello nel Gran Turismo

IMOLA - Si è conclusa con un significativo successo organizzativo la tre giorni dei Campionati Italiani Aci-Csai all'Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola. Domenica si sono disputate sei gare che hanno visto i successi di Capello-Cicognani (Gran Turismo),  Giovesi (Formula 3), Heche (Formula Aci-csai Abarth), Bacci (Turismo Endurance) e Campani (Trofeo Abarth 500). Degna conclusione con il Campionato Italiano Drifting, con in azione i migliori specialisti della disciplina.

 

Il terzo weekend stagionale per il Campionato Italiano Formula Tre si è chiuso con la vittoria di Kevin Giovesi. Scattato dalla pole position, il pilota milanese ha conquistato il primo successo di categoria alla sua seconda stagione di gare, dopo essersi involato subito al comando e poi aver contenuto con grande determinazione Brandon Maisano. Il francese del BVM-Target, dopo essere scattato meglio del compagno di studi nel Ferrari Driver Academy, l'italo svizzero Raffaele Marciello (Prema Powerteam), secondo in griglia, ha guadagnato la scia del battistrada nei primi metri per poi provare in più occasioni l'attacco, ma senza riuscirci fino al traguardo dove ha chiuso a meno di sette decimi dal battistrada.

 

Proprio la lotta per la prima posizione ha permesso l'avvicinamento sempre più pericoloso da parte di Sergio Campana, ma il modenese del BVM-Target, dopo essere stato anche autore del giro più veloce, non è riuscito ad impensierire il compagno di squadra accontentandosi di incamerare punti preziosi in ottica campionato dove si è portato in seconda posizione. Punti che invece oggi non ha guadagna il leader di campionato, il romano Edoardo Liberati (Team Ghinzani), quinto al traguardo di gara 2, ma poi escluso di classifica per irregolarità tecnica.

 

Michael Heche (BVM) ha vinto la seconda gara di Imola e riaperto il Campionato Italiano Formula ACI-CSAI Abarth Selenia - Trofeo Michele Alboreto. L'elvetico ha approfittato dell'errore del leader di classifica Patric Niederhauser (Jenzer Motorsport), che nel tentativo di passare Barrabeig non è riuscito a controllare la sua monoposto ed è uscito di scena. Secondo al traguardo Gerard Barrabeig, che ha completato così la doppietta per il team BVM. Terzo si è piazzato il giovanissimo Robert Visoiu (Jenzer Motorsport), davanti a Emanuele Zonzini (Composit Motorsport). Anche in gara due la lotta tra Luca Ghiotto (Prema Powerteam) e Yoshitaka Kuroda (Euronova Racing) è finita con i due piloti fuori gioco al sedicesimo giro.

 

Sono stati Dindo Capello e Alessandro Cicognani i vincitori della seconda gara del 4° appuntamento del Campionato Italiano  Gran Turismo.  L'equipaggio di Audi Sport Italia, al volante della R8 LMS, al termine di una gara molto combattuta ha preceduto la Porsche GT3R dell'Autorlando di Cordoni-Ruberti di 5"65 e i compagni di squadra Bonanomi-Sonvico di 15"620. Nella GT Cup si sono imposti Sanna-Stancheris (Lamborghini Gallardo-Team Imperiale), quinti assoluti, davanti a Malucelli-Pierleoni (Ferrari F 430-Scuderia 27 Baldini Mode) e Piccini-Livio (Lamborghini Gallardo-Mik Corse).

 

Nella GT4 sono tornati alla vittoria Lasagni-Foglio (Ginetta G50-Nova Race) precedendo i compagni di squadra Zanini-Maranelli e Saggese-Emiliani (Ginetta G 50- Scuderia Costa Ovest), mentre i fratelli Coggiola (Porsche RSR-Victor Porsche) hanno chiuso al nono posto assoluto e primi della GT2.Leader della classifica provvisoria delle quattro classi sono Bonanomi e Sonvico (GT3), Malucelli e Pierleoni (GT Cup), Cappelletti (GT4) e i fratelli Coggiola (GT2).

 

Doppia vittoria di Andrea Bacci su BMW M3 E 92 nel sesto appuntamento del Campionato Italiano Turismo Endurance e nella divisione 24H Special. Successi che rilanciano il fiorentino della Scuderia Etruria nella serie tricolore, che in gara 1 ha dominato dopo l'uscita di Necchi per noie ai freni; nella seconda gara un problema alla partenza lo ha poi costretto alla rimonta dalla 10° piazza. In gara 1 secondo posto per Paolo Meloni.

 

In gara 2 seconda sul podio la M3 E46 bavarese di Walter Meloni e Andrea Crescentini, nonostante un contatto ed un'escursione fuori pista con la Ford Focus di Simone Di Mario, ritirato dopo il 2° posto di Super production in gara 1. Due volte sul podio e doppio successo in Super Production per Giancarlo Busnelli e Luigi Moccia con la nuova versione della Seat Leon Long Run. Nella Seat Ibiza Cup successo in gara 1 per i neo entrati Sabino De Castro ed Edo Varini, davanti ai leader Baroncini Vinella, vincitori di gara 2 davanti a Tresoldi - Ferraresi. Due volte terzo l'equipaggio capitanato da Ivan Capelli, con Marco Coldani e Massimiliano Danetti. Doppia vittoria in Super 2000 e maggior leadership nel tricolore per il veneto Mariano Bellin che ha dominato entrambe le gare con la BMW 320i Pro Motor Sport, con cui ha conquistato un 5° ed un 4° posto, precedendo rispettivamente lo svizzero dell'Onte su Renault clio RS ed il romano Roberto Conte su BMW.

 

Sfide infuocate nella spettacolare seconda prova del Campionato Italiano Drifting - D1 Stella sponsored by Marangoni. Dopo qualifiche e pre-gara sempre più piloti sono riusciti a raccordare entrambe le pieghe della Rivazza, punto in cui si è svolta la competizione, percorrendole in derapata continua. Grandi protagonisti il polacco Pawel Trela su Nissan Silvia S13, uno dei migliori interpreti della specialità in Europa, i milanesi sulle BMW M3, Francesco Conti campione italiano in carica e attuale leader in classifica e Diego Quaranta, oltre al giovane torinese di Volpiano Andrew Sapino, anche lui su una M3 della Casa bavarese.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con il successo ottenuto, il giovane emiliano Alex Campani si è portato al comando del Trofeo Abarth 500 Selenia Italia, sopravanzando Nicola Baldan. Quest'ultimo si è consolato mantenendo la leadership del Trofeo Abarth 500 Selenia Europe, nel quale precede il portoghese Jorge Rodrigues.Nella gara  valida per i due campionati Campani ha preceduto sul traguardo il giovanissimo finlandese Aku Pellinen e il marchigiano Franco Cimarelli, vincitore della gara di sabato.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -