Imola, razzia all'outlet di Castel Guelfo. In tre finiscono in manette

Imola, razzia all'outlet di Castel Guelfo. In tre finiscono in manette

Imola, razzia all'outlet di Castel Guelfo. In tre finiscono in manette

IMOLA - Razziavano all'outlet di Castel Guelfo. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Imola, coadiuvati dai colleghi della stazione di Castel Guelfo, hanno arrestato venerdì sera tre sudamericani con l'accusa di furto aggravato continuato in concorso. Si tratta di C.L.P.P, 37enne operaio peruviano, G.T.W.P., 32enne operaio equadoregno e G.R.Y.C., una studentessa peruviana di 19 anni, tutti già noti alle forze dell'ordine con precedenti specifici.

 

I Carabinieri, nel corso di uno specifico servizio, hanno sorpreso il terzetto mentre si muoveva con fare circospetto all'interno del centro commerciale. Particolare sospetto ha destato il continuo andirivieni dei tre da un'autovettura parcheggiata all'esterno (risultata intestata ad un altro cittadino peruviano, al momento non presente).

 

Dopo l'ennesimo movimento equivoco i militari hanno proceduto al loro controllo, mentre si accingevano a salire sull'autovettura per allontanarsi, trovandoli in possesso di diversi capi d'abbigliamento (del valore di  270 euro) risultati essere stati appena asportati dai negozi "Datch", "Levi's". Con loro avevano due borse, schermate con carta d'alluminio, usate per eludere i sistemi antitaccheggio dei negozi derubati.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La perquisizione all'interno dell'auto ha consentito inoltre di trovare due lettori MP4 ed un lettore DVD portatile (del valore complessivo di 155 euro), risultati precedentemente rubati alla "Comet" di Imola. Dopo aver restituito la refurtiva ai legittimi proprietari. Sabato gli arrestati sono stati processati con rito direttissimo e condannati alla pena di quattro mesi e venti giorni di reclusione.  

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -