IMOLA - Sanità, domenica si celebra la Giornata del sollievo

IMOLA - Sanità, domenica si celebra la Giornata del sollievo

IMOLA - In tutta Italia la prossima domenica (27 maggio) si celebra la Giornata del Sollievo, un momento di riflessione su quanto sia importante controllare il dolore, ridurre la sofferenza ed utilizzare la medicina palliativa per aiutare chi soffre.

Uno dei grandi obiettivi della medicina moderna è prendersi cura della persona, anche e soprattutto quando essa non può più trarre beneficio dalle cure rivolte a combattere la causa della sua malattia.

In Italia i malati cronici tormentati da dolore sono circa 300 mila e sono essi i pazienti che soffrono del cosiddetto dolore benigno, ciò di un dolore che non sarà la causa della loro morte, ma che li accompagnerà fino alla fine dei giorni.

A questi vanno aggiunti i 140 mila malati oncologici in fase critica per cui l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha indicato che il controllo del dolore, la riduzione della sofferenza e la disponibilità delle cure palliative per chi non può essere curato, sia una delle sei grandi priorità in campo sanitario.
Il dolore è infatti fortemente invalidante sia dal punto di vista fisico che emozionale e incide molto negativamente sulla vita di relazione e sull’inserimento sociale. La sua cura non può essere estranea al percorso assistenziale complessivo in tutti i suoi aspetti e in tutti i luoghi dove essa avviene. E’ esempio di buna pratica clinica per tutti gli operatori sanitari combattere il dolore in tutti i suoi aspetti e in tutti i luoghi di cura ove si manifesta: dolore neoplastico, dolore cronico così detto benigno, dolore da parto, dolore acuto post traumatico o post operatorio, dolore acuto in corso di malattia che causa un ricovero ecc

In occasione della Giornata del Sollievo presso tutti i reparti dell’Ospedale, all’URP (Ufficio Rapporti col Pubblico) e agli sportelli al pubblico dell’AUSL saranno disponibili gli opuscoli prodotti dalla regione Emilia Romagna “Insieme contro il dolore post-operatorio” e “L’Emilia Romagna contro il dolore”. L’iniziativa punta a sensibilizzare la società sul tema della lotta al dolore inutile.

Inoltre, nella giornata del 29 maggio, il Numero Verde (800 033 033) del servizio sanitario regionale fornirà consulenze riguardo al tema del dolore: i cittadini verranno messi in contatto con operatori sanitari qualificati delle loro Ausl di appartenenza. Nella stessa giornata negli Ospedali di tutta la regione, compresi quelli di Imola e Castel San Pietro Terme, alle persone ricoverate sarà chiesto di compilare una scheda, predisposta dalla Regione, con l’obiettivo di stimolare la persona ricoverata a esplicitare i propri bisogni e il significato soggettivo di sollievo, diffondere la conoscenza e l’applicazione di un semplice metodo per valutare la propria sofferenza; individuare i principali bisogni delle persone ricoverate; individuare alcuni importanti indicatori di umanizzazione durante il ricovero; raccogliere informazioni sulla prevalenza della sofferenza negli ospedali; studiare il vissuto soggettivo di sollievo; coinvolgere operatori sanitari e volontari nella diffusione della cultura del sollievo;

creare un’occasione di incontro, interazione e vicinanza, tra la persona ricoverata e gli operatori sanitari.

Comitato Ospedale Senza Dolore ad Imola
Ad Imola il Comitato Ospedale senza Dolore (COSD) è nato nell’aprile 2003. Formato da medici ospedalieri di varie specialità, da personale infermieristico, da un rappresentante dei medici di medicina generale e dai rappresentanti del volontariato, il Comitato si riunisce periodicamente per sviluppare iniziative formative, informative e cliniche, ed è un punto di riferimento per gli operatori sanitari stessi. Nell’arco di questi ultimi 3 anni l’Ausl di Imola ha fatto molti passi avanti per combattere il dolore. Dapprima si sono attuati corsi di formazione per tutto il personale medico ed infermieristico dell’AUSL e per i medici di medicina generale con l’obiettivo di sensibilizzare gli operatori sanitari a porre una rinnovata attenzione alla valutazione quotidiana del dolore nei ricoverati. Sono state condivisi alcuni metodi per misurare il dolore riferito dal paziente e registrarlo in una grafica clinica come si registrano abitualmente gli altri parametri, esattamente come si procede a registrare la temperatura, la pressione ecc. Questa nuova metodica è stata adottata nel 2004 da tutti i reparti ospedalieri e lo strumento per rilevarlo è stato introdotto nella grafica della cartella clinica di tutti i pazienti.


Insieme Per Il Dolore onlus

Tra i rappresentanti del volontariato che partecipano dal 2003 al Comitato Ospedale Senza Dolore (COSD) della Ausl di Imola, c’è un‘associazione Onlus nata ad Imola con il principale obiettivo di divulgare al territorio ed in collaborazione con le Istituzioni Sanitarie i servizi esistenti e le modalità di accesso per la terapia del dolore cronico degenerativo e oncologico denominata “Insieme per il dolore” con sede in via Cavour,67.


“L'Associazione – spiega la presidente Elisabetta Fabbri - collabora con i servizi istituzionali al fine di indirizzare il malato affetto da dolore considerando la sua situazione globalmente. Dopo un primo colloquio in cui vengono rilevati i bisogni, l’eventuale situazione di disagio economico e lo stato di invalidità, vengono offerti gratuitamente dei servizi di cura e supporto al dolore anche tramite l’utilizzo integrato delle medicine non convenzionali (come l’agopuntura cinese, i farmaci biologici e fitoterapici, l’ipnosi, le medicine solistiche, ecc..) che, ad oggi, purtroppo non sono erogate dal Servizio Pubblico. Nel corso di questi anni sono inoltre stati sviluppati progetti di sostegno alle proposte di legge per il riconoscimento di questi trattamenti di cura in Regione Emilia Romagna e presso il Ministero della Salute. La nostra Associazione ha ottenuto nel 2005, a seguito dei progetti "Ulcere difficili con trasporto gratuito alla Camera Iperbarica Ravenna" e "Donne operate al seno con linfedema", sostenuti grazie al contributo di Fondazione Cassa di Risparmio Imola e Fondazione Cassa di Risparmio Ravenna, Comune di Imola, Banca di Imola e di privati imolesi, il riconoscimento dalla Presidenza della Repubblica con un assegno di benemerito al lavoro svolto.


Da circa due anni, presso la nuova sede arrivano circa 400 richieste mensili dirette di consulenza ed ascolto per patologie dolorose invalidanti che non trovano beneficio con i soli farmaci antidolorifici. Informare e promuovere più trattamenti specifici per le patologie dolorose invalidanti di cui soffre la popolazione a seguito di incidenti, traumi, malattie oncologiche o reumatologiche è l'impegno che l’Associazione, insieme alle realtà istituzionali e politiche, si prefigge di perseguire. Nei prossimi mesi l'Associazione e l’Azienda Sanitaria di Imola predisporranno un opuscolo informativo sulla terapia del dolore in cui si forniranno le indicazioni sulle prestazioni erogate dal servizio sanitario pubblico, in quanto inserite nei livelli essenziali di assistenza e su quelle invece che possono essere erogate dalla nostra Associazione. In tal modo, si intende indirizzare la persona affetta da dolore rispetto a percorsi condivisi tra gli specialisti ed offrire con tempestività la risposta di cura più adatta al malato. La Giornata Nazionale del Sollievo deve essere un momento di solidarietà e sensibilizzazione che stimola il malato e chi lo circonda a pretendere la giusta attenzione alla sofferenza, ma anche proporre iniziative di informazione e strumenti utili a vivere senza dolore in una condizione psicologica di forza,coraggio e dignità”.


All’Hospice di Castel San Pietro Terme la giornata del sollievo si celebra con uno speciale “ thè del venerdì”

L’Hospice di Castel San Pietro Terme ha organizzato per il pomeriggio del 25 maggio, intorno alle 16,00, uno speciale “thè del venerdì” con concerto dei giovani musicisti dell’Associazione Castellana Musica Viva. Un’occasione per celebrare l’imminente Giornata del sollievo e per inaugurare la donazione di impianti Hi-Fi recentemente installati in ogni stanza di degenza in ricordo di Franco Roncassaglia. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare a questo momento conviviale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -