IMOLA - Ultimo week end di apertura per la mostra documentaria “Vita da pazzi”

IMOLA - Ultimo week end di apertura per la mostra documentaria “Vita da pazzi”

IMOLA - La mostra documentaria sulla vita in manicomio e sull’esperienza del suo superamento, allestita presso l’ex reparto 8, oggi Parco dell’Osservanza chiuderà i battenti domenica prossima. Restano ancora pochi giorni per approfittare dell’evento, così significativo per il nostro territorio, che ha avuto peraltro molto successo, in particolar modo tra i giovani delle scuole.


Alla mostra "Vita da pazzi - Imola 2006”, si potrà ancora accedere gratuitamente giovedì pomeriggio dalle 14.30 alle 18.30 ed il 5-6 e 7 gennaio dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30.

Scuole e gruppi possono ancora prenotare una visita alla Segreteria organizzativa chiamando il numero 333.9246246.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mostra, allestita dal noto scenografo Gino Pellegrini, con la consulenza di Maria Augusta Nicoli, ed organizzata dal Dipartimento di Salute Mentale dell’Ausl di Imola, espone per lo più oggetti, materiali ed opere imolesi e rappresenta un percorso a tappe sulla vita in manicomio e sulle esperienze del suo superamento. Organizzata in occasione del decennale della chiusura definitiva degli Ospedali Psichiatrici "Osservanza" e "Lolli", vuole essere un’occasione per richiamare l’attenzione, anche e soprattutto di un pubblico giovane, su ciò che sono state le istituzioni manicomiali. Attraverso la rivisitazione scenica degli strumenti adibiti alla “contenzione” e i richiami alla vita quotidiana scandita dai ritmi dell’organizzazione, si è cercato di evocare l’inesorabile effetto prodotto dall’istituzione manicomiale sulle persone internate: la non guarigione e l’adattamento progressivo ad una esistenza privata della propria identità.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -