Impotenza, ne soffre un quarto degli italiani, ma nessuno va dal medico

Impotenza, ne soffre un quarto degli italiani, ma nessuno va dal medico

L’impotenza è ancora un tabù per gli italiani: secondo un sondaggio di Ipsos, l'80% di coloro che soffrono di questo disturbo non ne parlano ad un medico. Vergogna? Sottovalutazione del problema? I motivi possono essere molteplici, fatto sta che il dato fa pensare. Anche perchè la disfunzione erettile ha riguardato, nell’ultimo anno, un quarto della popolazione italiana. Sono 7 su 10 gli uomini che minimizzano il problema. Solo un intervistato su 10 dichiara di assumere Viagra e simili.

La sottovalutazione del disturbo a livello medico, può portare non solo a problemi di coppia ma anche di salute. “I problemi erettili – spiega, infatti, Mario Maggi, ordinario di Endocrinologia all'università di Firenze - sono un campanello di allarme di altre patologie cardiovascolari (ipertensione, infarto, angina e ictus) o metaboliche (diabete ed eccesso di grassi nel sangue). Dunque la disfunzione erettile può essere per l'uomo una preziosa opportunità di prendersi cura della propria salute e prevenire malattie mortali”.

“Gli uomini più a rischio di sviluppare questa patologia sono coloro che non fanno attività fisica – allerta Maggi - chi ha grassi e zuccheri alti nel sangue, chi ha la pressione alta, chi fuma e in generale quelli che hanno una storia familiare di patologie cardiovascolari”. Insomma una attenzione più sistematica al proprio stile di vita, migliora anche le performances sessuali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non bisogna dimenticare i medicinali sicuri e mirati. “Oggi abbiamo a disposizione pillole ad azione rapida e con effetti collaterali minimi – conclude l’esperto - tra queste la 'pillola arancione' (vardenafil), che agisce in soli 10-15 minuti dall'assunzione ed è venduta in tre diversi dosaggi (5, 10 e 20 mg), consentendo al medico una migliore definizione della terapia in base alle esigenze del paziente”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -