Impresa Vem Sistemi Forlì, espugnato il PalaDozza: Fortitudo ko

Impresa Vem Sistemi Forlì, espugnato il PalaDozza: Fortitudo ko

Impresa Vem Sistemi Forlì, espugnato il PalaDozza: Fortitudo ko

FORLI' - Immensa Vem Sistemi. Al PalaDozza i forlivesi hanno schiantato la Fortitudo per 75 a 85, ripetendo così l'impresa del PalaCredito del 29 novembre scorso. I biancorossi, con 600 tifosi a seguito, hanno cambiato l'inerzia del campionato, agganciando L'Aquila e portandosi a due punti dalla capolista. Tutto ciò considerando che la Fortitudo dovrà osservare un turno di riposo, già scontato da Forlì. Straordinaria la prestazione di Masciardi, decisivo nel terzo quarto.

 

PRIMO TEMPO - Il primo quarto si è chiuso sul punteggio di 11-17, con Bologna in crisi a contenere le giocate di Villani e Farioli. Nei successivi dieci minuti i padroni di casa hanno costretto al time-out i "galletti" sul punteggio di 16-17 dopo la tripla di Muro. A ricavare il solco ci ha pensato Villani con due triple consecutive. Dopo il time-out richiesto da Finelli, i padroni di casa hanno respinto gli assalti degli ospiti, portandosi sul 33-34. A ristabilire le distanze ci ha pensato Frassineti con tre liberi, per poi schiacciare sul contropiede aperto da Villani (33-39). Con una schiacciata di Quaglia si è chiuso il secondo quarto con 36-41.

 

SECONDO TEMPO - Nel terzo quarto è salito in cattedra uno straordinario Masciardi, capace di infilare tre triple consecutive. Poletti ha poi firmato il parziale di 13-0. E' stato il momento migliore per Forlì, capace di dominare il parquet del PalaDozza, toccando per due volte il massimo vantaggio di +15 (46-61 con una tripla di Frasinetti e 48-63 con Farioli). Bologna, tuttavia, ha ripreso a marciare trascinata da Cittadini, ingiustificato assente nei primi venti minuti. Chiuso il terzo quarto con il punteggio di 54-66, gli ultimi dieci minuti si sono aperti con la perentoria schiacciata di Cittadini. La scossa è servita ai biancoblù per riportarsi a -2 a 2.13 dalla fine. Ma un libero di Villani ed un'invenzione di Frassineti hanno portato Forlì a +8 a 1'16". Nel finale gli ospiti hanno amministrato ed esultato al fischio finale: 75-85. Impresa.

 

LA GIOIA DI DI LORENZO - "Battere la Fortitudo al PalaDozza dà una grande felicità - ha commentato coach Giampaolo Di Lorenzo -. Per noi rappresentava l'occasione della vita, un derby come questo contro una squadra come la Fortitudo. Ma fin dall'estate dico che il nostro è un grande gruppo, che è stato capace di conquistare questa partita che vedeva in palio il primo posto".

 

L'allenatore biancorosso ha ricordato come "la Fortitudo non ha mai mollato, era sempre pronta a tentare l'affondata, nei momenti più difficili è venuto fuori Masciadri, un ragazzo dell'89 che ha segnato canestri importanti, mentre Farioli è stato straordinario" Quanto conta questo successo? "Tantissimo, perché mancano poche giornate. E in più, vincere sul campo più bello del Campionato, in una vetrina come questa, dà fiducia e appeal a tutta la piazza di Forlì", ha concluso.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -