Imprese, Confartigianato: enti pubblici i più lenti a pagare

Imprese, Confartigianato: enti pubblici i più lenti a pagare

CESENA – Secondo una ricerca della Confartigianato, gli enti pubblici sono i più grossi debitori per i fornitori. In Italia il tempo massimo per un pagamento è di 138 giorni, contro una media europea di 68. A Cesena la situazione non è migliore: per il Comune si parla di tempi medi di 60 giorni, 90 per l’Università e per l’Ausl, che da contratto dovrebbe rispettare i 90 giorni, si arriva spesso a 120 o addirittura 150, toccando anche punte incredibili di 12 mesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questi ritardi causano gravissimi problemi alle imprese fornitrici, che spesso sono costrette a ricorrere a prestiti bancari, per mancanza di liquidità. Per il 28,7 delle aziende, i ritardi nei pagamenti, costituiscono il maggiore freno all’espansione. Ma non è tutto, perché una conseguenza di questo meccanismo è la spesa per l’iter burocratico, che ogni anno pesa sulle aziende con 13,7 miliardi di euro. Ovviamente nella situazione peggiore si trovano le piccole ditte.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -