Inchiesta eolico, i Verdi su Bartolini: "Tentativo patetico di prendere distanze"

Inchiesta eolico, i Verdi su Bartolini: "Tentativo patetico di prendere distanze"

FORLI' - "In questi mesi stanno venendo a galla a livello nazionale numerosi fatti scandalosi fatti di tangenti e affari, che mescolano carriere politiche e dossier falsi, personaggi dal torbido passato e uomini politici senza scrupoli, che coinvolgono come non mai il PDL. Questi fatti hanno coinvolto clamorosamente anche personaggi della nostra città, imprenditori e uomini politici, tutti interessati , così risulterebbe dalle intercettazioni, a carriere politiche e ad affari, che si mescolano insieme come un coctail".

 

E' quanto si legge in una nota dei Verdi Forlì-Cesena sul caso eolico e sulla querelle interna nel PdL tra Luca Bartolini e Antonio Nervegna.

 

"La cosa è preoccupante - dicono i Verdi - perché mostra di quanta noncuranza fossero capaci alcuni forlivesi, tutti del PDL o suoi sostenitori,  che non avevano ritegno a frequentare e a fare affari con un faccendiere come Carboni, coinvolto nei più gravi scandali politici e finanziari degli ultimi 30-40 anni, dallo IOR al Banco Ambrosiano, dall'omicidio Calvi alla P2 fino alla banda della Magliana, un personaggio con il quale una persona retta non prenderebbe neppure un caffè".

 

"E' patetico il tentativo di Bartolini di fare argine dimostrando che lui non c'entra e che è l'esponente della parte sana del PDL : il partito è quello, è fatto ad immagine e somiglianza del suo leader e lui è stato ben attento, in tutto questo periodo , a schierarsi con la parte più vicina e fedele a Berlusconi, a Scaiola, a Cosentino, a Verdini, la vera interprete ormai della linea politica del partito".

 

"Nel nostro territorio - concludono i Verdi - un tempo per dire che una persona era brava ed onesta si diceva che fosse "un lavoratore", ora l'isola felice nella quale i valori fondanti erano il lavoro e la reputazione non c'è più, è doloroso doverne prendere atto, devastata come è stata dal rampantismo, dal successo ad ogni costo, da tutto ciò di cui è costituito il Berlusconismo. Non ci si può però rassegnare, al fondo questa società, soprattutto nelle generazioni più giovani ci sono principi e valori capaci di buttare tutto questo nel pattume, sapendo che non vi è nulla di riciclabile, per costruire una nuova società più giusta e sana e che se pensa all'eolico lo fa perchè è un bene per la natura e non per le proprie tasche o carriera".  

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -