Inchiesta Rimini Yacht, nuovo sequestro

Inchiesta Rimini Yacht, nuovo sequestro

Inchiesta Rimini Yacht, nuovo sequestro

RIMINI - Prosegue a ritmi serrati l'indagine per truffa che vede come principale indagato Claudio Lolli, il presidente della Rimini Yacht. Carabinieri e Capitaneria di Porto hanno messo i sigilli ad un "Aico 56", una barca di 18 metri di circa 2 milioni di euro, per una presunta appropriazione indebita. Salgono così ad una trentina le imbarcazioni che sono state poste sotto sequestro. Gli ultimi sigilli risalgono a pochi giorni fa nel porto di Catania.

 

Nell'occasione i Carabinieri non si erano limitati solo al sequestro di due yacht, ma anche alla perquisizione degli uffici della società di un nuovo indagato, ex socio di Lolli. Mercoledì mattina si terrà presso il Tribunale del Riesame di Rimini l'udienza richiesta dagli avvocati di Lolli, Antonio Petroncini di Bologna e Francesca Garigliano di Catania, per le imbarcazioni riconducibili al loro assistito.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -