Inchiesta Telecom e Fastweb, nel mirino anche Finmeccanica

Inchiesta Telecom e Fastweb, nel mirino anche Finmeccanica

Inchiesta Telecom e Fastweb, nel mirino anche Finmeccanica

Finmeccanica entra nell'inchiesta Telecom sul riciclaggio. Indaga la procura di Roma sul presunto occultamento di fondi neri, accantonati tramite società collegate alla holding e utilizzati per ottenere commesse e appalti, anche tramite il versamento di tangenti. Il gruppo ha smentito immediatamente le accuse, sostenendo che nessuno dei dirigenti è stato raggiunto da provvedimenti giudiziari. Perquisita dai Carabinieri la sede di piazza Monte Grappa.

 

Perquisita anche la sede della controllata Selex Sistemi Integrati, amministrata dalla moglie di Pier Francesco Guadagnini, Maria Grossi.

 

Anche a Napoli la procura ha acquisito gli atti della sede della Elsag Datamat, sempre nell'orbita di Finmeccanica, per l'indagine su un appalto per la videosorveglianza della autostrada Napoli-Salerno. A Milano invece pare che i magistrati indaghino su Finmeccanica per l'acquisto della Digint, una piccola società con sede a Garbagnate Milanese

 

 

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -