Incidente a impianto Enel di Civitavecchia, morto un operaio

Incidente a impianto Enel di Civitavecchia, morto un operaio

Incidente a impianto Enel di Civitavecchia, morto un operaio

ROMA - Drammatico infortunio sul lavoro all'interno dell'impianto Enelgreenpower del Gruppo Enel a Torrevaldaliga Nord presso Civitavecchia, nel polo industriale della città portuale sul litorale a nord di Roma. Un operaio di 33 anni è deceduto, mentre quattro sono rimasti intossicati per effetto della fuoriuscita di ammoniaca in seguito alla rottura di una tubatura. Sul posto sono intervenute cinque squadre dei vigili del fuoco, mentre l'impianto è stato messo in sicurezza.

 

L'Enel ''ha immediatamente costituito un comitato di crisi ed ha attivato una indagine interna per chiarire le dinamiche dell'accaduto. Sul posto si sono recati i responsabili della Direzione produzione, generazione e safety di Enel''. Gli operai rimasti intossicati sarebbero in condizioni stabili: uno, colpito agli occhi dai vapori, è stato trasportato in ambulanza all'Oftalmico di Roma per accertamenti.

 

Secondo la prima ricostruzione dell'accaduto, gli operai stavano lavorando su un'impalcatura a 15 metri d'altezza ad una condotta a pressione che trasporta acqua e ammoniaca per abbassare le emissioni del monossido di azoto che si sviluppano durante il processo produttivo. Quando gli operai avrebbero aperto una valvola della condotta, sarebbero stati investiti dal getto delle esalazioni.

 

L'operaio che ha perso la vita, originario di Tarquinia, è stato investito al volto e sbalzato su un palo contro cui ha sbattuto violentemente la testa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -