Incidenti stradali, Emilia Romagna prima in Italia per bimbi morti

Incidenti stradali, Emilia Romagna prima in Italia per bimbi morti

Incidenti stradali, Emilia Romagna prima in Italia per bimbi morti

FORLI' - Nei primi sei mesi del 2009 sono stati 85 gli incidenti in Italia nei quali sono rimasti coinvolti bambini, con 29 vittime (da zero a 13 anni) e 82 feriti. Ad illustrare il dato preoccupante è stata l'Asaps, l' Associazione sostenitori della Polstrada, sulla base delle notizie di stampa e di quelle raccolte dai propri 600 referenti sul territorio nazionale. Il maggior numero di incidenti, 56, è avvenuto nell'area urbana (66%). All'Emilia-Romagna il primato negativo.

 

Qui hanno perso la vita otto bimbi (il 27,6% del totale) in 19 incidenti (22,3%); 17 i feriti (20,7%). Segue la Lombardia con 11 incidenti, il Lazio con 9, la Sicilia con 8, la Liguria e la Toscana con 7. Degli 85 incidenti, oltre a quelli nell'area urbana, tredici sono avvenuti su statali e provinciali (15%), undici sulla rete autostradale (13%). Per cinque episodi non è stato possibile risalire alla tipologia della strada teatro del sinistro.

 

Delle 29 vittime mortali, 19 erano trasportate (39 feriti), in diversi casi senza che fossero rispettate le norme sull'uso del seggiolino o le cinture di sicurezza; due i bimbi che hanno perso la vita travolti mentre erano in bicicletta (sette i feriti); otto i bimbi investiti mentre erano a piedi (36 i feriti). La fascia d'età che paga il prezzo più alto è quella che va da 0 a 5 anni, con 16 morti e 29 feriti; segue la fascia 6-10 anni, con sette morti e 29 feriti; infine la fascia 11-13 anni, con sei morti e 14 feriti.

 

In alcuni casi non è stato possibile accertare l'esatta età delle piccole vittime. In otto episodi il conducente investitore è risultato in stato di ebbrezza per alcol o droga; dieci gli eventi in cui i bimbi sono stati vittime di pirati della strada. Il presidente dell'Asaps, Giordano Biserni, lancia "un appello alla saggezza degli adulti in quanto un bambino sulla strada non è mai colpevole. Sarebbe poi utile un abbattimento dell'Iva sui costi dei seggiolini per bambini per venire incontro alle famiglie, visti i costi che hanno raggiunto i mezzi di trattenuta per i nostri piccoli".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -