INCONTRI – Torna a Rimini “L'arte di Penelope”: dall'esperienza degli antichi, agli arazzi delle manifatture fiamminghe, ai tessuti precolombiani

INCONTRI – Torna a Rimini “L'arte di Penelope”: dall'esperienza degli antichi, agli arazzi delle manifatture fiamminghe, ai tessuti precolombiani

RIMINI - Torna venerdì 23 febbraio alle ore 17 nelle sale del Museo della Città l'appuntamento con il ciclo di incontri L'arte di Penelope. Dall'esperienza degli antichi, agli arazzi delle manifatture fiamminghe, ai tessuti precolombiani, iniziativa che pone l'accento sulla tessitura intesa come mezzo di comunicazione, di gusto artistico e di significati culturali, attingendo molteplici spunti dalle collezioni del Museo della Città e del Museo degli Sguardi e divenendo anche occasione di approfondimento per laboratori didattici.


La conferenza di venerdì prossimo, dal titolo Tessere quadri. Gli arazzi della regina Semiramide e di re Salomone, affidata a Michela Cesarini, illustrerà iconografia e tecnica dei rari e preziosi arazzi esposti nel Museo della Città.

Creati dal laborioso intreccio di lane policrome, fin dal medioevo gli arazzi sono stati un importante elemento d'arredo per chiese e palazzi, straordinari mezzi decorativi e narrativi in grado di trasformare pareti disadorne in un palcoscenico animato di personaggi, architetture e paesaggi. Nonostante l'enorme prestigio goduto nel corso dei secoli, non è consueto trovare arazzi nei musei italiani. Eccezionalmente quello di Rimini ne conserva ben nove, narranti le gesta della regina assira Semiramide e del re d’Israele Salomone, tessuti nel Seicento in una prestigiosa manifattura di Anversa.

Alla conversazione seguirà la visita alle opere nelle sale del museo, che consentirà di apprezzarne maestosità e perizia tecnica, nonché il dipanarsi della storia nei diversi manufatti e nelle varie parti dei singoli arazzi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Michela Cesarini, laureata in Lettere con indirizzo storico artistico presso l'Università di Firenze, è storica dell'arte, materia che insegna nella scuola superiore. Ha conseguito il diploma di perfezionamento in “Didattica generale” all’Università Roma Tre. Studiosa di arte locale, ha tenuto conferenze e corsi d’aggiornamento, curato mostre su artisti riminesi del Novecento e scritto articoli per riviste e quotidiani locali. Dal 1997 collabora con i Musei per la catalogazione del patrimonio e la didattica, occupandosi in particolare della lettura dell'opera d'arte, tematica sulla quale ha anche ideato e redatto quaderni didattici.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -