Infanticidio a Genova, trovato sul corpo del piccolo il dna di Rasero

Infanticidio a Genova, trovato sul corpo del piccolo il dna di Rasero

GENOVA - Sul corpo del piccolo Alessandro, il bimbo di otto mesi ucciso brutalmente a Genova, sono state trovate tracce di dna appartenente a Antonio Rasero, compagno occasionale della madre della vittima, Katerina Mathas. Sul piede del piccolo, spiega in una nota procuratore aggiunto Vincenzo Scolastico, sono stati trovati i segni di un morso, del dna di Giovanni Antonio Rasero in considerazione degli ulteriori elementi di accusa già raccolti a suo carico.

 

"Resta da valutare - ha aggiunto il magistrato - la posizione della donna alla luce di questo nuovo dato che sembrerebbe escludere la sua partecipazione materiale al delitto". Nella notte, in tribunale a Genova, c'è stato il duro faccia a faccia - davanti al pubblico ministero, Marco Airoldi, e agli investigatori della squadra Mobile della polizia, Gaetano Bonaccorso e Alessandra Bucci - tra i due giovani. Il confronto è durato oltre un'ora e si è concluso poco prima delle 3.

 

I due hanno continuato a mantenere le rispettive versioni, accusandosi a vicenda dell'orribile delitto. In particolare, la Mathas urlato a Rasero: "Te la farò pagare. Vedrai che ti faccio prendere 30 anni".Un drammatico faccia a faccia, il cui contenuto è stato secretato.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -