Infanzia, un codice deontologico per un'alimentazione sicura

Infanzia, un codice deontologico per un'alimentazione sicura

Infanzia, un codice deontologico per un'alimentazione sicura

Un codice deontologico per garantire ai neonati e ai bambini in genere un'alimentazione sicura, incoraggiando le mamme al'allattamento al seno e, dove non fosse possibile, offrendo sostituti del latte materno che non diano adito a dubbi di alcun genere sul fronte della qualità. L'iniziativa è stata presentata dal sottosegretario del ministero del Welfare, Francesca Martini, insieme all'Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari (Aiipa).

 

L'obiettivo del codice, che entrerà in vigore dal prossimo 1 gennaio, è quello di regolamentare i rapporti esistenti fra le aziende che vi aderiscono e il mondo scientifico sanitario sul piano etico e deontologico. Il documento si trovano i principi fondamentali del marketing e delle informazioni sul prodotto, orientamenti in materia di etica delle pratiche relative a tali alimenti.

 

"Le aziende aderenti sono così tenute ad emanare specifiche direttive comportamentali interne coerenti con le previsioni del Codice, vincolanti per i propri collaboratori, e sono responsabili sul piano etico professionale, del comportamento di questi ultimi nello svolgimento della loro attività - ha affermato Valerio Bordoni, direttore AIIPA -. Inoltre sono tenute a garantire che le imprese controllanti, controllate ed affiliate non adottino comportamenti in contrasto con il Codice".

 

"Il mio obiettivo primario -ha affermato il sottosegretario Martini -  è rendere comuni quei valori per cui esiste la consapevolezza che ad essere in gioco non sono soltanto gli interessi, i diritti e i doveri propri, ma anche quelli degli altri. Naturalmente penso che le responsabilità diventino più marcate quando gli "altri" sono i bambini".

 

"Il codice deontologico AIIPA - ha dichiarato il professore Andrea Vania - membro del comitato direttivo della SIO - è sicuramente un grande passo avanti nel campo della tutela nutrizionale della prima infanzia. C'è ora da augurarsi che esso sia pienamente rispettato, e che anche le altre industrie di prodotti alimentari lo sottoscrivano, insieme a quelle che già lo hanno fatto".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -