Influenza A, muore bimbo a Lecce. I genitori non si danno pace

Influenza A, muore bimbo a Lecce. I genitori non si danno pace

Influenza A, muore bimbo a Lecce. I genitori non si danno pace

LECCE - E' un bambino di due anni la 98esima vittima in Italia causata dal virus della nuova influenza A/H1N1. Il piccolo si trovava ricoverato nell'ospedale Vito Fazzi di Lecce da sabato scorso. A quanto pare non soffriva di patologie pregresse. I primi sintomi influenzali li aveva accusati venerdì scorso. La febbre è rapidamente schizzata all'insù, tanto che il sabato mattina la pediatra aveva fatto ricoverare il bambino nel vicino ospedale di Manduria.

I medici, tuttavia, alla luce delle gravi condizioni del bimbo, hanno deciso di trasferirlo al nosocomio di Lecce dove è giunto in coma. Lunedì era intervenuta la morte cerebrale: a tenerlo in vita le macchine. I genitori del bambino non si danno pace: sono convinti che il piccolo si sarebbe potuto salvare se curato adeguatamente e accusano la pediatra che lo aveva in cura di essersi rifiutata di fare una visita a domicilio.

I genitori stanno valutando con il loro legale se formalizzare le loro accuse con una denuncia. Nel frattempo la senatrice Simonetta Licastro Scardino, parlamentare salentina del Pdl e componente delle commissioni Difesa e Politiche comunitarie del Senato ha annunciato che presenterà al ministro Sacconi, un'interrogazione per chiarire la morte improvvisa del piccolo "non affetto da alcuna patologia seria" e avere quindi "risposte rapide e convincenti".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -