Infortuni sul lavoro, Coldiretti chiede nuove modalità per incentivare la sicurezza

Infortuni sul lavoro, Coldiretti chiede nuove modalità per incentivare la sicurezza

Assicurare una distribuzione delle risorse per prevenire gli infortuni più adeguata ai vari settori produttivi. E' quanto ha chiesto Coldiretti Emilia Romagna con una lettera all'Inail dopo l'assegnazione dei 4,5 milioni di euro alle imprese emiliano romagnole per incentivare interventi per la sicurezza e la salute sul lavoro. "Le modalità di assegnazione dei fondi - rileva Coldiretti - non hanno consentito a numerose imprese agricole di accedere ai finanziamenti opportunamente messi a disposizione dall'Istituto".

 

"La prevenzione degli infortuni - rileva Coldiretti - proprio nel settore agricolo è diventata prioritaria per le imprese e non è un caso che, in cinque anni, con il calo del 27,6% degli infortuni, l'agricoltura ha fatto segnare  il record dell'abbattimento degli incidenti sul lavoro".

 

Una maggiore possibilità di accesso agli stanziamenti Inail, secondo Coldiretti, avrebbe "incentivato ulteriormente lo sforzo che stanno compiendo le imprese agricole per introdurre tecnologie più sicure sul fronte del lavoro e per sostenere l'impegno di formazione per tutti i soggetti che lavorano nelle aziende".

 

Per questo motivo, Coldiretti Emilia Romagna, in vista del nuovo bando di assegnazione dei finanziamenti, previsto per la prossima primavera, ha chiesto all'Inail di "adottare nuove modalità di attribuzione delle risorse per garantire una equa ripartizione tra i settori produttivi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -