Infortunio alla Saras, muore un trentenne. Proclamato lo sciopero

Infortunio alla Saras, muore un trentenne. Proclamato lo sciopero

Infortunio alla Saras, muore un trentenne. Proclamato lo sciopero

CAGLIARI - Un giovane trentenne, originario della Sicilia, ha perso la vita in un infortunio sul lavoro nella raffineria della Saras a Sarroch, in Sardegna, tristemente noto per il grave incidente nel maggio del 2009 quando morirono tre persone. Alla notizia del decesso, gli operai della raffineria hanno deciso di entrare in sciopero. Un fascicolo contro ignoti per omicidio colposo è stato aperto dal sostituto procuratore della Repubblica di Cagliari, Alessandro Pili.

 

Il dramma si è consumato all'interno di un impianto, chiamato Dea, usato per il lavaggio dell'ossido di zolfo. Soccorso dopo esser stato investito da idrogeno solforato mentre effettuava alcuni lavori di manutenzione e pulizia, la vittima ha accusato oltre all'intossicazione anche un arresto cardiaco. L'uomo è morto dopo esser stato rianimato nel Reparto di Rianimazione dell'ospedale SS. Trinità di Cagliari. Un secondo operaio è in prognosi riservata a causa dell'intossicazione mentre un terzo si è ferito cadendo da una scala mentre stava cercando di aiutare i compagni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -