Inquinamento nel Po, ancora due giorni di stato d'emergenza

Inquinamento nel Po, ancora due giorni di stato d'emergenza

Inquinamento nel Po, ancora due giorni di stato d'emergenza

BOLOGNA - Apertura della centrale Greenpower prevista per venerdi' e stato d'emergenza almeno per le prossime 48 ore. Al termine dell'incontro in Prefettura a Piacenza per fare il punto della situazione Po dopo gli sversamenti di carburante nel Lambro, il direttore della sezione Rischi della  Protezione civile Nicola Dell'Acqua ha preferito prorogare lo stato di allerta sul Grande fiume, almeno per le prossime 48 ore.

 

"Perche'- riferisce il vice di Bertolaso- si stanno riaprendo le dighe a monte ed e' previsto un rilascio di sostanze che vorremmo intercettare". E' chiaro ormai che non si sta piu' parlando dell'onda nera che ha travolto il Po mercoledi' scorso, ma di "fili oleosi e, se si riesce a fare qualcosa e' meglio". Ad agevolare le azioni di recupero e' anche la disponibilita' della centrale di Greenpower di isola Serafini nel rimanere chiusa almeno fino a venerdi' giorno in cui "si faranno ulteriori analisi e si decidera' il da farsi".

 

Prima di procedere con le analisi delle matrici ambientali per vedere cosa e come e' stato inquinato, e' stato gia' convocato per venerdi' mattina un nuovo summit tra le istituzioni locali, Aipo, Arpa e Protezione civile dove si dovrebbe passare dallo stato di preallarme a quello di attenzione, "per far uscire unitariamente e omogeneamente- queste le parole del presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi all'uscita da palazzo Scotti- dalla fase di emergenza tutte e tre le Regioni,

Lombardia, Emilia- Romagna e Veneto, perche' sarebbe incomprensibile che ne uscissero prima alcune Regioni invece di altre".

 

La riunione dell'unita' di crisi di questo pomeriggio ha quindi confermato "valori di inquinamento delle acque del Po in costante discesa" da Calendasco ad isola Serafini, grazie anche all'azione dei quattro "pellicani" in azione e degli skimmer.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -