Interrompe la gravidanza a sei mesi, indagati madre e ginecologo

Interrompe la gravidanza a sei mesi, indagati madre e ginecologo

Interrompe la gravidanza a sei mesi, indagati madre e ginecologo

E' destinata a far discutere la notizia di una donna che al sesto mese di gravidanza ha deciso di abortire nonostante i limiti di legge impongano che questa scelta debba essere operata ben prima. Alla base della decisione assunta dalla figlia di un medico padovano, ci sta il timore che il feto presentasse delle malformazioni.

 

Il timore era nato ad un'ecografia svolta ai primi di luglio a Bologna. La procura ha deciso di aprire un fascicolo sul caso, anche perché l'analisi effettuata dall'anatomopatologo ha consentito di appurare che il feto aveva ben più di 22 settimane (il termine entro il quale è possibile interrompere la gravidanza).

 

A questo punto il ginecologo e la paziente, figlia di un medico chirurgo, finiranno davanti al tribunale con l'ipotesi di reato di interruzione volontaria di gravidanza oltre i termini previsti dalla legge 194.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -