ISTRUZIONE - Regione incontra il ministro Fioroni

ISTRUZIONE - Regione incontra il ministro Fioroni

BOLOGNA - Gli elementi di novità introdotti nel sistema dell'istruzione dalla legge Finanziaria, dal decreto Bersani e dal disegno di legge del ministro Fioroni, sono stati oggetto ieri di un incontro a Roma fra le Regioni e il Ministero e di una apposita riunione di approfondimento fra tutti gli assessori regionali, a cui ha partecipato l'assessore regionale alla Scuola, Paola Manzini che in proposito dichiara:

"Le modifiche introdotte stanno pienamente all'interno del comune obiettivo della costruzione di un sistema dell'istruzione e formazione in grado di ridurre le disuguaglianze e innalzare la soglia del successo formativo. Certamente, a fronte delle novità, dovremo aggiornare gli strumenti normativi regionali in nostro possesso, ma già il capo III della Legge 12 del 2003 contiene gli elementi di indirizzo utili a conseguire l'obiettivo di elevamento della qualità nel sistema della formazione nella nostra Regione.


Ciò che si delinea da quanto proposto a livello nazionale, è un canale di istruzione tecnico-professionale unitario e quinquennale.
Compito della Regione sarà promuovere un 'modello' che consenta al sistema dell'istruzione tecnico-professionale e al sistema della istruzione-formazione di dialogare, in particolare per la costruzione della qualifica triennale, che sarà disciplinata dalla Regione, del diploma professionale e dei poli formativi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


E' su queste premesse che le Regioni potranno esercitare pienamente le proprie competenze, coinvolgendo e valorizzando tutte le risorse, le buone prassi e le professionalità che rappresentano una ricchezza del nostro territorio.
Nell'incontro di ieri con il Ministro sono stati avanzati alcuni punti di criticità, in particolare riferiti ai poli formativi, che sarà comunque possibile correggere nel corso del dibattito parlamentare.
In merito all'attuazione del Titolo V, è stato fissato un appuntamento tra Regioni e Ministero per il prossimo 28 febbraio".


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -