Italia-Serba, primi ultrà serbi condannati

Italia-Serba, primi ultrà serbi condannati

GENOVA - Prime condanne per gli ultrà serbi arrestati per i disordini scoppiati prima e durante Italia-Serba. Milos Petrovic, fermato nel centro di Genova per rapina impropria durante i tafferugli precedenti il match che doveva disputarsi allo stadio ‘Marassi' e valevole per le qualificazioni a Euro 2012, ha patteggiato una condanna a un anno di reclusione. Tre mesi con la condizionale per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni sono stati invece inflitti ad un un tifoso genoano incensurato. M.M.

 

Tra i fermati c'è anche un 18enne genovese armato di bastone, che agli agenti che lo hanno fermato aveva detto di essere stato aggredito da ultras serbi. Il Comune di Genova sta valutando se chiedere un risarcimento per i danni provocati dagli scontri, mentre l' Uefa ha deciso di istituire una commissione d'inchiesta sulla vicenda, e il risultato dovrebbe essere annunciato il 28 ottobre. La nazionale serba rischia grosso: potrebbe addirittura esse espulsa dagli Europei 2012.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -