L'aggressore di Berlusconi ha agito per fini politici

L'aggressore di Berlusconi ha agito per fini politici

L'aggressore di Berlusconi ha agito per fini politici

MILANO - Ha aggredito il premier Silvio Berlusconi per fini politici. Così Massimo Tartaglia, il 42enne con problemi psichici che domenica sera ha ferito in piazza Duomo a Milano il Cavaliere al termine del suo comizio. Prima di esser trasferito nel carcere di San Vittore, dove è guardato a vista, Tartaglia ha spiegato di aver una forte avversione nei confronti delle politiche del Pdl e in particolare della politica di Berlusconi. Nel frattempo proseguono le indagini.

 

Gli investigatori hanno trovato nella piccola borsa del 42enne uno spuntone di plexiglas lungo 20 centimetri, un grosso accendino da tavolo, un crocifisso di 30 centimetri e un soprammobile di quarzo del peso di diversi etti. La contestazione della premeditazione è scattata anche perché due di questi oggetti Tartaglia li aveva presi dalla propria abitazione.

 

Nel suo racconto agli inquirenti ha spiegato che era andato al Duomo per assistere al comizio di Berlusconi e che se ne era andato quando ancora il Cavaliere era sul palco, dissentendo da quello che il premier stava dicendo. Il grafico 42enne stava raggiungendo la metropolitana quando ha visto la macchina del presidente del Consiglio parcheggiata. Quindi ha riferito di aver sentito le grida di alcuni contestatori che hanno attratto la sua attenzione.

A quel punto si è infilato in una strada laterale per tornare indietro e si è trovato davanti Berlusconi a cui ha lanciato il souvenir raffigurante il duomo di Milano che aveva comprato poco prima su una bancarella. Gli inquirenti sono al lavoro per verificare le conoscenze e le frequentazioni dell'aggressore. LE forze dell'ordine non escludono l'ipotesi che possa essere stato manovrato da qualcun altro.

Il procuratore aggiunto Armando Spataro sta preparando la richiesta di convalida dell'arresto del grafico 42enne al quale sono contestate le lesioni volontarie pluriaggravate. Se la prognosi del premier dovesse superare i 40 giorni si aggiungerebbe anche un'ulteriori aggravante, quella delle "lesioni gravi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -