L'allarme di Nervegna (FI): accordo 'segreto' per i rifiuti di San Marino

L'allarme di Nervegna (FI): accordo 'segreto' per i rifiuti di San Marino

FORLI’ – Accusa destinata a far discutere quella innescata dal consigliere regionale di Forza Italia in Consiglio regionale. L’esponente azzurro, infatti, ha denunciato un accordo fra la Repubblica di San Marino e la Regione Emilia-Romagna, con l’ok del Ministro degli Esteri Massimo D'Alema, che consentirebbe di conferire nella discarica del Comune di Sogliano fino a 16mila tonnellate annue di rifiuti speciali. L’accordo secondo Nervegna sarebbe già stato confermato.


"I cittadini dovrebbero riflettere anche sulle notizie non divulgate – afferma Nervegna -. Una specialità da regime sovietico ereditata dalla cultura ex e post comunista degli amministratori di maggioranza in carica. Di cosa stiamo parlando? Nell'ambito di un'intesa fra la Repubblica di San Marino e la Regione Emilia-Romagna, autorizzata con tanto di firma addirittura dal Ministro degli Esteri Massimo D'Alema, il Titano potrà indirizzare alla discarica del Comune di Sogliano fino a 16mila tonnellate annue di rifiuti, con costi pressoché invariati rispetto agli attuali, sostenuti da San Marino con la Provincia di Rimini”.


“L'accordo è stato confermato nella prima settimana del mese di gennaio e si dice – sostiene Nervegna - abbia portato sollievo alla Repubblica di San Marino dove da mesi i rifiuti speciali venivano stoccati in attesa appunto dell'autorizzazione del governo di Roma. Un'intesa passata quasi sotto silenzio, forse per non allarmare troppo i cittadini della provincia di Forlì-Cesena, traditi dal presidente Bulbi che si era detto contrario ad ospitare i rifiuti napoletani... chè? Anche i rifiuti hanno un colore politico?".

"Un episodio che si commenta da sé, ma che la dice lunga sulla serietà e la malafede di un'intera classe politica – attacca Nervegna -. Quella che aveva eletto a proprio motto lo slogan 'la serietà al Governo'... abbiamo visto di quale serietà parlavano e come è andata a finire... se la cosa non fosse drammatica ci sarebbe da ridere...".


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -