L'Avvenire attacca il Grande Fratello: ''Grave non punire la bestemmia''

L'Avvenire attacca il Grande Fratello: ''Grave non punire la bestemmia''

L'Avvenire attacca il Grande Fratello: ''Grave non punire la bestemmia''

ROMA - Fa ancora discutere il caso della bestemmia assolta al Grande Fratello. La decisione ha provocato lo segno di "Avvenire" che, attraverso il direttore Marco Tarquinio, ha parlato di "indulgenza" di Mediaset verso i bestemmiatori. Tarquinio ha risposto ad una lettrice che in una lettera aveva espresso il suo disagio nei confronti del reality show condotto da Alessia Marcuzzi. "Rifiutare certi prodotti tv è l'arma più forte di cui disponiamo", ha evidenziato Tarquinio.

 

"Trovo assai grave, e mi sembra incredibile e incivile che la dirigenza di Mediaset continui a subire e, dunque, avalli tutto questo'', ha evidenziato il direttore di ‘Avvenire'. Nella circostanza l'inquilino della Casa più spiata d'Italia, Matteo Casnici, pizzicato dalle telecamere mentre bestemmiava, è stato assolto perché è bisogna contestualizzare l'offesa. Ovvero se la bestemmia non è detta con l'intenzione di offendere, è meno grave.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -