La Camorra torna ad uccidere: 7 morti nella terra dei Casalesi

La Camorra torna ad uccidere: 7 morti nella terra dei Casalesi

La Camorra torna ad uccidere: 7 morti nella terra dei Casalesi

La Camorra torna ad uccidere. E lo fa nel modo più cruento. E' accaduto nella serata tra giovedì e venerdì tra il Casertano e il Napoletano. Il primo agguato è costato la vita ad un 53enne, Antonio Celiento, ucciso a Baia Verde verso le 21. Poco più tardi un altro massacro a Castelvolturno, in provincia di Caserta, dove in un agguato sono stati uccisi tre ghanesi, un liberiano e un cittadino del Togo. Un'altra persone rimasta ferita gravmente è morta più tardi in ospedale.

 

Si presume che a compiere I due blitz siano state le stesse persone dal momento che in entrambi i luoghi del delitto sono stati trovati bossoli della stessa arma da fuoco. Il corpo del cittadino italiano è stato massacrato con 20 proiettili, mentre sul luogo dell'altra tragedia sono stati ben 86 i bossoli trovati dalle forze dell'ordine. Per sparare sarebbero stati utilizzati una pistola 9x21 e una mitraglietta 7.62.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'agguato contro gli extracomunitari è riconducibile probabilmente ad un regolamento di conti tra I clan camorristici ed un gruppo di narcotrafficanti con I quali evidentemente qualcosa era andato storto. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -