La carota viola come metodo antiossidante e antinfiammatorio

La carota viola come metodo antiossidante e antinfiammatorio

C'è un nuovo metodo per usare antiffiamatori e antiossidanti: è quello offerto dalla carota viola, che in questo modo riuscirebbe a lenire gli effetti negativi sugli organismi umani della dieta occidentale. A dimostrarlo sarebbe uno studio di scienziati australiani, che avrebbero condotto la sperimentazione sui classici topi da laboratorio.

 

L'unico problema è che questo ortaggio dal curioso colore viola anziché il più tradizionale arancione, non è così comune, nonostante la sua storia che nasce nel corso dei secoli e che ha visto circa 500 anni fa modificare la varietà d'ortaggio nata in Persia da parte degli olandesi (che l'hanno trasformata nel tradizionale colore arancione).

 

In sostanza l'esperimento ha mostrato che i topi, sottoposti per alcuni giorni a dieta occidentale classica, ricca cioè di carboidrati e grassi, hanno in breve registrato un aumento di peso, danni a fegato e cuore, intolleranza al glucosio.

 

Per due mesi sono poi stati alimentati con una aggiunta di sugo di carota viola al cibo che veniva loro somministrato, rendendosi conto della straordinaria novità emersa (e pubblicata sul British Journal of Nutrition): e cioè che nonostante la dieta sbagliata, l'organismo era tornato normale. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -