La Cassazione: no all'arresto di Tanzi

La Cassazione: no all'arresto di Tanzi

La Cassazione: no all'arresto di Tanzi

MILANO - L'ex patron di Parmalat, Calisto Tanzi, non finirà in carcere. E' quanto ha stabilito la Corte di Cassazione, che ha annullato il provvedimento del Tribunale del Riesame di Milano, che lo scorso 27 settembre 2010 aveva accolto la richiesta della Procura dell'arresto di Tanzi per pericolo di fuga. Le motivazioni della decisione saranno depositate nei prossimi giorni.

 

"E' una decisione corretta - ha commentato l'avvocato Fabio Belloni -. Le motivazioni della sentenza del Riesame sono certamente inidonee e insufficienti. E' giusto che venga data un'altra valutazione".

 

Tanzi, nel maggio scorso, è stato condannato dalla Corte d'Appello di Milano a dieci anni di reclusione per aggiotaggio e ostacolo all'attività di vigilanza oltre a 100 milioni di euro da rifondere ai risparmiatori truffati nella vicenda Parmalat. Inoltre, lo scorso 9 dicembre è stato condannato a 18 anni dal tribunale di Parma per il crack dell'azienda emiliana.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Attualmente l'ex imprenditore vive nella villa della moglie ad Alberi di Vigatto e non è sottoposto a misure restrittive. Avendo più di settant'anni, non dovrà scontare in carcere le condanne quando diventeranno definitive.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -