La Cei: ''La pacatezza non toglie l'indignazione''

La Cei: ''La pacatezza non toglie l'indignazione''

La Cei: ''La pacatezza non toglie l'indignazione''

ROMA - "Le partigianerie non portano solo a danneggiare una parte, ma tutto il Paese. Una delle cose che mancano in questo momento è il sentimento che fa vedere lucidamente le cose per poi capire che fare". E' quanto ha affermato il segretario della Conferenza episcopale italiana (Cei), monsignor Mariano Crociata, commentando il comunicato finale sui lavori del Consiglio episcopale di Ancona. L'alto prelato ha accennato anche al federalismo fiscale.

 

"Si rischia la divaricazione del Paese - ha affermato Crociato -. È un banco di prova significativo per verificare l'attenzione verso tutte le esigenze del Paese. La Chiesa esprime la propria preoccupazione affinché una parte del Paese non venga abbandonata a se stessa". Per Crociata si sta assistendo ad "un abbassamento della tensione morale che riguarda tutti, a cominciare da chi ha più responsabilità. Prevale invece la ricerca del proprio interesse a scapito del bene di tutti".

 

"È troppo facile indignarsi senza sentirsi coinvolti, senza la pretesa di giudicare dall'alto o chiamandosi fuori, in uno sforzo di solidarietà che coinvolge tutto e tutti - ha evidenziato Crociata -. Fermiamoci in tempo prima che il disastro antropologico degeneri ancora di più".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -