La grandine ha distrutto il 70% della frutta tra Forlì e Cesena. Si spera nel sole

La grandine ha distrutto il 70% della frutta tra Forlì e Cesena. Si spera nel sole

La grandine ha distrutto il 70% della frutta tra Forlì e Cesena. Si spera nel sole

Il sole dovrebbe finalmente dare tregua alle colture estive. Dopo la grandine, gli alberi da frutto hanno subito l'incessante flagello della pioggia, ed ora la preoccupazione degli agricoltori sale. "A Forlì-Cesena il 70% del prodotto è stato distrutto. In particolare pesche, susine, pere, mele e kiwi", afferma con preoccupazione il vice-presidente provinciale di Apofruit, Gianluca Balzani. Le zone più colpite sono Meldola, Forlimpopoli, Longiano e Montiano.

 

Ma le cifre, dopo le ultimissime piogge, potrebbero essere destinate a salire. Il settore ortofrutticolo, già in difficoltà, accusa nuovamente la 'mazzata' dei temporali estivi. Va considerato che questo 2010 arriva dopo un altro anno disastroso per il settore, a causa de prezzi bassi del mercato. Poi il maltempo impietoso. Ora si spera sul sole e si cerca di 'rattoppare' i buchi.

 

"Questa ondata di maltempo è paragonabile alla tromba d'aria di 3 anni fa - spiega Balzani - la grandinata è stata ancor più distruttiva di quella del 19 maggio". Insomma un disastro. Se il maltempo darà tregua si spera di recuperare una parte della frutta danneggiata, altrimenti destinata a marcire.

 

Chiara Fabbri


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -