La madre di Brenda a Roma: ''Voglio giustizia''

La madre di Brenda a Roma: ''Voglio giustizia''

La madre di Brenda a Roma: ''Voglio giustizia''

ROMA - Un fascio di fiori bianchi in mano ed un grosso paio di occhiali da sole per nascondere le lacrime. Azeneta Mendes Paes, mamma di Brenda, si è presentata insieme a due avvocati nell'appartamento di via Due Ponti a Roma, dove abitava il trans morto carbonizzato il 20 novembre scorso. Con lei c'era anche la zia di Brenda. La donna, accolta dalle amiche del trans, ha pregato per qualche minuto nell'abitazione. Quindi si è recata a casa di China.

 

La signora ha fatto visita anche nell'obitorio del Policlinico Gemelli di Roma, dove si trova la salma del transessuale brasiliano per essere sottoposta agli esami autoptici. La donna, visibilmente scossa, era accompagnata dagli avvocati e da alcuni trans amici di Brenda. La madre ha lasciato il Policlinico a bordo di un suv nero che l'attendeva fuori l'ingresso dell'Istituto di medicina legale. Ancora non è stato dato il via libera dei medici legali per il rimpatrio della salma.

 

"I risultati degli istologici e tossicologici non sono ancora pronti", ha detto Nicodemo Gentile, uno degli avvocati della famiglia di Brenda. "La madre di Brenda - ha aggiunto - vuole giustizia e verità che spetta a tutte le persone, a prescindere dal loro status: questa è la sua richiesta forte per Deu, così lo chiamava ed è venuta a dirlo alla Procura: lei non ha idea di cosa è accaduto a Brenda".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -